mercoledì 30 settembre 2009

L'ho fatto ..

... non ho resistito.

Appena l'ho intravisto sullo scaffale, non ho guardato in faccia a nessuno e ho messo immediatamente mano al portafoglio per farlo mio.

Nessuno avrebbe potuto separarmi, in quel momento, dal fumetto di Buffy, ovvero il primo numero di quella che equivarrebbe all'ottava serie della nostra eroina.

E' mio! Tutto mio!

martedì 29 settembre 2009

Il treno Interregionale 2025 ..

.. delle ore 18.59 è in partenza dal binario 4 sot.

Sì, avete letto bene, 4 sot. Perchè domenica 27 settembre, finalmente, dopo più di 5 anni di lavoro, è stata inaugurata la prima parte della nuova stazione ferroviaria di Torino Porta Susa.



Stazione completamente sotterranea in cui le linee regionali, l'Alta Velocità, la metropolitana, il passante ferroviario ed il sottopasso stradale si incroceranno fra loro in una moltitudine di linee, di piani e di tunnel.



Per vedere completate tutte le linee ferroviarie dovremo attendere ancora qualche mese, per non parlare di quando, forse, verrà completata la stazione vera e propria: se tutto va bene, nel prossimo 2012.

Certo, se pensate che in teoria doveva essere pronta per le Olimpiadi Invernali del 2006, ne abbiamo ancora di tempo d'aspettare! Ma allora, farà un baffo alla stazione di Milano Centrale!

lunedì 28 settembre 2009

Manga Impact alla Mole

Sabato pomeriggio siamo andati al Museo Nazionale del Cinema. Che già di per sè merita una visita (se ancora non lo avete fatto, provvedete immediatamente!), inoltre c'era la mostra Manga Impact. Potevamo noi, amanti dei manga e degli anime, esimerci dal visitarla? Giammai!


In senso orario: storyboard di Evangelion, copertina dello storyboard di Evangelion, action figure dei Cavalieri dello Zodiaco e di vari robot

Ed infatti ce la siamo girata tutta in lungo ed in largo. E siamo stati letteralmente a bocca aperta guardando gli storyboard dei nostri anime preferiti (Evangelion, I cieli di Escaflowne), le locandine di vecchissimi cartoni animati (Ken il guerriero, Lady Oscar, Hallo Spank) e addirittura infinità di giocattoli rappresentanti i nostri idoli.


In senso orario: Hallo Spank, Mazinga, Lady Oscar ed Inuyasha

Ammetto però che la mostra peccava in alcune cose: ad esempio non c'era alcun riferimento al più grande regista di tutti i tempi Miyazaki, nessun riferimento agli hentai, e nessunissima immagine di un anime eccezionale quale Lupin.

Vabbè, vorrà dire che alla prossima mostra ci offriremo come consulenti d'eccezione: d'altronde, siamo - il mio moroso direbbe sei - anime dipententi!

Chi dice cosa

Nasciamo.
Viviamo.
Moriamo.
Non necessariamente in quest'ordine.

In realtà c'è solo una cosa di cui possiamo essere sicuri nella vita: non è finita se non è finita.

- Meredith Grey

venerdì 25 settembre 2009

True blood - stagione 1

Ho guardato nell'arco di una settimana tutta la prima serie di questo nuovo telefilm, True Blood.

Faccio una premessa: non ho letto i libri da cui è tratto (anche se è un po' che li ho in libreria ma sono sempre lì, in attesa) indi per cui non posso giudicare se la trasposizione cinematografica sia veritiera od inventata.

Ho anche letto diversi commenti nella rete diametralmente opposti tra loro, da chi lo ha trovato carino a chi lo reputa na' ciofeca, da chi ritiene sia un capolavoro a chi dice che sia meglio Topolino.

A me è piaciuto, ed anche tanto. Certo, forse ultimamente ero abituata a vampiri stile Buffy od Angel, che a parte i canini e la sete di sangue avevano ben poco di pauroso e ben poco di realistico. Ma sono dell'idea che in questi 12 episodi sia riuscita finalmente a trovare dei vampiri con le palle! (il mio moroso, quando gliel'ho detto, mi ha risposto con un ma che sboccata che sei diventata!).

La storia è semplice ed al contempo contorta.

La protagonista è Sookie, ragazzina con lo strano potere di leggere i pensieri delle persone che ha accanto. Si innamorerà ben presto di Bill, vampiro centenario. Anche perchè i vampiri coesistono nel mondo assieme agli umani, rivendicano i loro diritti di voto e per sopravvivere la maggior parte si nutre di sangue artificiale in bottiglia.

Attorno a loro ruotano i personaggi più disparati, da Jason, il fratello teppista di Sookie, a Tara, amica del cuore dei due ragazzi; da Sam, capo di Sookie alquanto bizzarro e misterioso, a Lafayette, cugino di Tara e spacciatore di V, il sangue di vampiro usato come droga allucinogena dagli umani.

La storia proseguirà con strani omicidi seriali ed il dubbio che, ad eliminare delle povere donne innocenti, siano proprio i vampiri.

Però .. però .. ammetto che il motivo per cui mi sono letteralmente divorata tutti gli episodi in 5 giorni è il protagonista vampiro: Bill.

Altro che Angel o Spike, altro che Lestat o Dracula.

Finalmente un uomo il cui sguardo diventa unico protagonista, rubando la scena alla biondina che si ritrova perennemente accanto (tra l'altro, già vista e rivista tra gli X-Men).

Misterioso, sensuale, che non segue i canoni della bellezza immortale ma anzi lo si vede spesso e volentieri imbrattato di sangue o nascosto in una bara. Capace di sensualità ma anche pronto ad incazzarsi quando serve.
Con i denti retrattili e con una schiena da urlo.

Dite che se comincio a scrivere ora la letterina a Babbo Natale posso averne uno così per fine anno?

Nel frattempo mi sa che mi converrà attendere la seconda serie, ed iniziare a leggere i libri!

giovedì 24 settembre 2009

Chi dice cosa

Lui è un'ombra.
E' un eroe senza volto che protegge la razza umana.

- Doyle (del telefilm Angel)

mercoledì 23 settembre 2009

Chi dice cosa

Io credo che ci sia uno scopo per ogni cosa che Dio ha creato, sia che si tratti di una dote unica o di una tazza di caffè costoso con un po' di latte .. o di un vampiro.
Al momento giusto Dio svelerà l'arcano.

- Adele Stackhouse (dal telefilm True blood)

martedì 22 settembre 2009

Ma quanto è piccolo il mondo?

Questa ve la devo proprio raccontare.

Avete presente il detto Ma quanto è piccolo il mondo? Quando si incontra qualcuno in qualche posto dove, in teoria, non dovrebbe essere? Ecco, a me oggi è successo anche di peggio!

Vado dalla parrucchiera per sistemare la folta chioma (4 cm di capelli in testa).

Non vado nel negozio in paese, dove tutti sanno tutto di tutti, ma vado nel negozio ultra moderno nel centro commerciale: sono così sicura che nessuno (o quasi) si farà i fatti miei. E che anche se se li facesse, ora del mio prossimo appuntamento è già tanto se si ricorderà che faccia avrò, vista la moltitudine di clienti che gli passano sotto al naso.

Sono già seduta al mio posto e la mia coiffeur personale sta facendo quattro chiacchiere col collega. Lei è da poco che abita in provincia di Bergamo, e non conosce molto nè della città nè dei paesi accanto a dove lavora o dove vive. Però, ammette, conosce benissimo tutte le strade di Milano e Monza.

(Ora, per comodità, chiamerò C la coiffeur e K me stessa).

K: Sei di Milano, anche io!
C: Sì, ho vissuto parecchi anni tra Milano e Sesto San Giovanni. Anche tu?
K: Sì sì, io sono nata a Milano, e fino ai miei 13/14 anni ho vissuto a Bruzzano (un quartiere periferico).
C: Ma dai!!!! Anche io!!!! Magari conosci qualche mio parente, visto che ci abita ancora una mia cugina con i figli (premetto che C avrà una decina d'anni più di me .. e forse più)
K: Oddio, se qualche tuo parente ha la mia età potrebbe anche essere. Altrimenti io ho perso tutti i contatti con chi conoscevo lì.
C: Ma scusa, tu quanti anni hai?
K: 31.
C: Sei del '78?????
K: Sì, perchè?
C: Anche il figlio di mia cugina!! Magari lo conosci, si chiama Pittella di cognome.
K: .......................... Pino Pittella?????????
C: Sì, è lui!
K: Certo che il mondo è piccolo: era un mio compagno di scuola!

Verissimo. Il famigerato Pino Pittella, il bambinetto che alle elementari portava già gli occhialini rotondi alla Harry Potter, che viaggiava sempre accompagnato dal suo inseparabile Daltanius di latta e che in gita era un piccolo teppista .. è il parente della mia coiffeur, quella che non dovrebbe mai più ricordarsi che faccia avrò fino al prossimo incontro.

Sapevo che il mondo era piccolo.
Ma non fino a questo punto!

Chi dice cosa

Essere stati amati tanto profondamente ci protegge per sempre, anche quando la persona che ci ha amato non c'è più.
È una cosa che ci resta dentro, nella pelle.

- Albus Silente (protagonista dei film di Harry Potter)

lunedì 21 settembre 2009

Incipit

Ennesimo meme sui libri. Potevo esimermi dal compilarlo? Assolutamente no!
Questa volta l'unica domanda fondamentale è questa: come cominciano i 5 libri della tua vita?

Dracula (Bram Stoker)

3 maggio, Bistrita. Lasciata Monaco alle 20.35 del 1° maggio, giunto a Vienna il mattino dopo presto; saremmo dovuti arrivare alle 6.46, ma il treno aveva un'ora di ritardo. Stando al poco che ho potuto vederne dal treno e percorrendone brevemente le strade, Budapest mi sembra una bellissima città.

Siddharta (Hermann Hesse)

Nell'ombra della casa, sulle rive soleggiate del fiume presso le barche, nell'ombra del bosco di Sal, all'ombra del fico crebbe Siddharta, il bel figlio del Brahmino, il giovane falco, insieme all'amico suo, Govinda, anch'egli figlio di Brahmino.

Il signore degli anelli (J.R.R. Tolkien)

Quando il signor Bilbo Baggins di Casa Baggins annunziò che avrebbe presto festeggiato il suo centoundicesimo compleanno con una festa sontuosissima, tutta Hobbiville si mise in agitazione. Bilbo era estramente ricco e bizzarro e, da quando sessant'anni prima era sparito di colpo per ritornare poi inaspettatamente, rappresentava la meraviglia della Contea.

Io uccido (Giorgio Faletti)

L'uomo è uno e nessuno. Porta da anni la sua faccia appiccicata alla testa e la sua ombra cucita ai piedi e ancora non è riuscito a capire quale delle due pesa di più. Qualche volta prova l'impulso irrefrenabile di staccarle e appenderle a un chiodo e restare lì, seduto a terra, come un burattino al quale una mano pietosa ha tagliato i fili.

Io sono leggenda (Richard Matheson)

Nei giorni di cielo coperto Robert Neville non era mai sicuro del tramonto del sole e capitava che loro uscissero in strada prima del suo rientro. Se fosse stato più analitico, avrebbe saputo prevedere il loro arrivo con una certa approssimazione; ma si ostinava a mantenere l'abitudine di tutta una vita di calcolare il calar delle tenebre guardando il cielo, un metodo che nelle giornate nuvolose non funzionava.

Come al solito sono molti i libri che ho lasciato sullo scaffale, ma senza ombra di dubbio questi sono quelli di cui ricordo ogni minimo particolare narrato.
Ed i vostri quali sono?

domenica 20 settembre 2009

Death note

Sublime. Stupefacente. Meraviglioso. Eccellente. Celestiale.
Divino. Splendido. Grandioso. Superbo. Magnifico.
In una parola: indescrivibile.

Ho guardato in un solo fiato i 37 episodi che formano questo anime. E sono rimasta sinceramente a bocca aperta.

E' fondamentalmente una storia thriller, ma con il giusto inserimento di gotico e fantasia.

La trama è semplice: Ryuk, uno shinigami (dio della morte), lascia cadere il proprio quaderno sulla Terra. Il quaderno ha una caratteristica: se si scrive sulle sue pagine il nome di una persona, avendone bene in mente il volto, questa morirà.

Il tutto si movimenta quando il quaderno viene raccolto da Light, eccellente studente, che ben presto vorrà diventare padrone di un nuovo mondo, dove i cattivi muoiono ed i buoni vivono.

Alle sue costole partiranno all'inseguimento il padre, capo della polizia giapponese, con tutti i suoi collaboratori, ed Elle, piccolo genio, uno dei detective più bravi al mondo.

Ma Light potrà fare affidamento sullo stesso Ryuk e su Misa, modella con il suo stesso dono accompagnata dal suo shinigami, Rem.

Ricco di colpi di scena, di episodi contorti, di idee geniali che ti lasciano perennemente con l'idea in testa di aver capito tutto .. e alla fine non hai capito nulla. Perchè tutto cambia, tutto si rivoluziona.

E si arriva alla fine con il cuore in gola, con la speranza che nuovamente tutto cambi, che nuovamente tutto abbia inizio. E si viene accontentati: anche la fine, in realtà, non è che un inizio.

Se non riesci a vincere il gioco.
Se non riesci a completare il puzzle.
Sei solo un perdente.

(Near)

Nel profondo del tuo cuore, non hai mai desiderato .. la morte di qualcuno?
(Ryuk)

PS lo ammetto, se non si era capito sono rimasta folgorata da questo anime. E ora, non c'è inghippo che tenga: la prossima volta che andrò alla Fnac nessuno mi vieterà di comprarmi questo.

venerdì 18 settembre 2009

Soddisfazioni

Vada come vada, non smetterò mai di ringraziarti per l'opportunità che mi hai dato.

Se la cres amò inscì, la ve sù grand come la mé Katia.

Grazie per avermi pensata.

Tre persone completamente diverse tra loro hanno pronunciato queste frasi. Tre persone diverse di età, con esperienze ineguagliabili e stili di vita differenti. Con lavori e città diametralmente opposti, ma con un elemento in comune.

Me.

Queste tre persone, involontariamente, nei giorni passati mi hanno reso una persona più felice. Una persona soddisfatta di sè stessa, perchè ha capito che anche nelle piccole cose riesce sempre a centrare il cuore altrui.

giovedì 17 settembre 2009

Testate

Lo ammetto sotto voce, per non farmi troppo sentire da orecchie indiscrete. Ma ormai è quasi diventata una droga.
Tempo di arrivare a casa dall'ufficio, mentre accendo il pc tolgo le scarpe, indosso il pigiama e lancio il gioco.

Mi si apre un mondo. Un mondo fantastico fatto di tauren ed elfi del sangue, draghi e mostri di ogni genere, maghi e guaritori, paladini e guerrieri, non morti ed orchi.

Ma non lo racconto a voce troppo alta, altrimenti rischio di farmi sentire dal mio moroso. E già mi immagino la sua risposta.

"Prima dici no no e no e poi ci giochi .. a testate ti prenderei!"

mercoledì 16 settembre 2009

S.O.S. Tata

Ma non erano solo gli oranghi e simili a riconoscersi allo specchio? Perchè a dirla tutta oggi mi è venuto un dubbio atroce.

Ero in camera mia, a parlare a con mia mamma, mentre Tilde girovagava tra il letto e la poltrona annusando il pavimento, osservando il comò ed inciampando nella cyclette.

Ad un tratto, si ritrova davanti allo specchio dell'armadio.

Alza le orecchie, allunga il muso verso l'anta, muove la coda all'impazzata .. e comincia ad abbaiare! Poi, non contenta, fa qualche passo indietro, muove il muso indagatore e comincia a ringhiare .. a sè stessa!

Si vedeva riflessa e si ringhiava!!

Ma solo io ho beccato il cane che diventa una giullare davanti allo specchio?

Ora mi manca solo di mostrarle le immagini di cartone e sperare che distingua un cerchio da un quadrato, e poi la posso portare al circo!

Ironia

2000 persone contraggono l'influenza suina e ci si procura immediatamente la mascherina.

25 milioni di persone contraggono l'AIDS e non ci si mette il preservativo.

martedì 15 settembre 2009

He's like the wind

Non starò qua a raccontarvi di quante volte ho visto Ghost.

Non starò qua a raccontarvi di come anticipo le battute di Dirty dancing, o di come so a memoria che abiti indossava in Point break.

Non starò qua a raccontarvi delle lacrime spese per La città della gioia, o delle risate in La famiglia omicidi.
Non starò nemmeno qua a raccontarvi dei miei sospiri in One last dance e della sorpresa provata nel trovarlo in Donnie Darko.
Non vi tedierò nemmeno con il resoconto delle immagini attaccate in camera, o delle foto incollate nei vecchi diari scolastici.

Vi racconterò solo che oggi sono triste, perchè uno dei miei primissimi idoli cinematografici non c'è più.

I look in the mirror and all I see is a young old man with only a dream.
(Patrick Swayze - She's like the wind).

lunedì 14 settembre 2009

La fine dell'estate

L'estate sta giungendo al termine. Anche se mancano ancora una manciata di giorni alla fine dettata dal calendario, l'impressione è decisamente un'altra.

Da cosa si capisce che è finita l'estate?

Dalle nuvole che coprono il cielo? No no.
Dalla pioggia che accompagna il nostro risveglio mattutino? No no.
Dal fatto che le temperature sono calate notevolmente e, almeno alla sera, serve la maglietta a maniche lunghe? No no.
Dal fatto che le scuole sono ricominciate e, alla mattina, ricomincia il traffico davanti a casa? No no.
Dal fatto che i programmi televisivi hanno ripreso i loro cicli senza lasciarci più in balia delle solite repliche d'agosto? No no.

Da cosa si capisce che è finita l'estate allora?

Dal fatto che, rientrando dall'ufficio stasera, per casa ci fosse profumo di minestrone di verdure. Con tanto di bollito con patate nella pentola accanto.

Ah che bella stagione!

domenica 13 settembre 2009

S.O.S. Tata

Ieri mattina io ed il moroso abbiamo portato Tilde dal veterinario, con l'intenzione di prendere appuntamento per una bella visita generale e poi fissare la data per la sterilizzazione.

Arriviamo allo studio e attendiamo circa una mezz'oretta. Davanti a noi una signorina con un cagnolino stile "mocio vileda" ed un ragazzino con un gatto nella gabbietta. Meglio attendere fuori dallo studio, decisamente: Tilde in questi casi diventa fin troppo curiosa e rischiamo di dover cercare il gatto per il paese e di vedere traumatizzato il cagnolino già anziano.

E' il nostro turno. Entriamo nello studio: cavoli, è passato quasi un anno dall'ultima volta che ho messo piede qua dentro, cerco di ricacciare i ricordi nel cassetto della memoria e di non farli uscire troppo prepotentemente.

"Si ricorda di me dottore?" chiedo allo svampito signore in camice blu.
"Certo, la padrona di Lola!" (come dico sempre io, è più facile ricordarsi degli animali che degli umani .. )

Alla fine, la visita l'abbiamo fatta immediatamente. A parte un po' di sano movimento per cercare di mettere Tilde sul tavolino, e di sana concentrazione per tenerla un po' ferma e calma, è proceduto tutto abbastanza tranquillamente. Lei è sana come un pesce, le ha fatto addirittura una seconda vaccinazione (che al canile non le avevano fatto) e per fine mese devo ripassare a prendere l'appuntamento per l'operazione (ora, purtroppo, sono pieni di impegni chirurgici).

Alla fine, mentre attendavamo di avere il nuovo libretto sanitario, c'è scappata pure una barzelletta:

Sapete come si trasforma un'oca in un rottweiler?
La si sposa ......


Due parole, una puntura, mezza barzelletta: 30 euro.
L'ho sempre detto io che ho sbagliato mestiere!

venerdì 11 settembre 2009

Sangue e lacrime

L'umanità deve porre fine alla guerra, o la guerra porrà fine all'umanità.
(John Fitzgerald Kennedy)

Per non dimenticare.
Mai.

martedì 8 settembre 2009

Divisa in rosa

Anno scolastico 2009/2010: per la prima volta le scuole italiane militari, nelle sedi di Milano, Napoli e Firenze, apriranno le porte anche alle donne. Una 40ina di ragazze studieranno e si eserciteranno, indossando la divisa e rendendo onore al nostro paese.

Settembre 2009: in provincia di Milano, per la prima volta, un comando dei CC viene assegnato ad una ragazza, a breve insignita dei gradi di capitano. Dovrà vedersela con 200 colleghi, a cui impartirà ordini, regalerà sorrisi e dispenserà punizioni.

Se penso che quando avevo 7 anni avevo appeso in camera un ritaglio di giornale, in cui le prime donne poliziotto venivano insignite di qualche medaglia ed ufficialmente entravano a far parte, a pari merito - pari onore - pari doveri, delle carriere militari precedentemente solo maschili, mi viene da dire che di tempo ne è passato.

E se penso che ho ancora nascosta nel cassetto la domanda, compilata, firmata e mai spedita, per il concorso di ingresso nell'esercito .. di tempo ne è passato davvero parecchio!

lunedì 7 settembre 2009

Game over

Per sabato 10 ottobre siamo stati invitati ad un matrimonio.

Una coppia di nostri amici convolerà a giuste nozze fra la gioia dei parenti, l'allegria degli amici e la tristezza degli spasimanti rinnegati.

Cerimonia in quel di Poirino, pranzo con catering in quel di Sciolze.

Ora sorge un dubbio amletico.
Uno di quei dubbi che non mi farà dormire per notti intere, che mi distrarrà durante le giornate e che non avrà soluzione.

Che tempo farà? Perchè questa risposta mi condizionerà, in tutto e per tutto, la scelta dell'abito. Aiuto!

venerdì 4 settembre 2009

Zzzzzzzzzz

Altro che invasione degli ultracorpi.

Qua si tratta di invasione di zanzare, ed in piena regola anche!

Ce n'è per tutti i gusti:

- quelle tigre, rigate bianche e nere (saranno juventine?) che se ti prendono di mira non ti mollano finchè non ti hanno morso almeno 47 volte

- quelle diurne, che ti riempiono l'ufficio nemmeno lavorassi in uno stagno

- quelle notturne, che ti ronzano nelle orecchie e ti obbligano, malgrado i 40° all'ombra, a rifugiarti sotto le lenzuola

Grazie al cielo l'aggeggio ad ultrasuoni che ho comprato pare funzionare. Peccato che appena lo si spenga l'invasione riprende, manco ti aspettassero al varco per farti un agguato!

Se pensi di essere troppo piccolo per fare la differenza, prova a dormire con una zanzara.
(Dalai Lama)

Ma vaffan.........

giovedì 3 settembre 2009

Variazioni sul tema

Mettete un sabato pomeriggio tranquillo, di quelli in cui le lancette dell'orologio scorrono lente, lente.

Cosa si può fare per rinvigorire la giornata? Semplice: una torta!

La base era sempre la solita (anche perchè non è che si possa pretendere molto altro dalle mie manine).

L'interno, e la copertura, erano invece delle variazioni sul tema classico.

Il risultato? Una bomba calorica!

Infornata di sabato pomeriggio, portata in tavola la domenica a pranzo, al lunedì sera non era avanzata nemmeno una fetta. La scusa addotta dai miei era che "in frigorifero poi non dura tanto, bisognava farla fuori subito".

Alla faccia del diabete!

mercoledì 2 settembre 2009

Topolino supereroe

Notizia di questi giorni: la Walt Disney, colosso dei cartoni animati, ha acquistato la Marvel Entertainment, colosso dei supereroi.

Ovvero Topolino, Paperino, Pluto, Qui-Quo-Qua e Nonna Papera diventeranno vicini di casa, se non parenti, di Cosa, Hulk, Thor, Capitan America e Wolverine.

Vorrà dire che ci ritroveremo con un Paperino travestito da Uomo Ragno, intento a saltare da un palazzo all'altro?

O che Iron Man chiederà a Paperina un appuntamento, facendo ingelosire Minnie?

martedì 1 settembre 2009

Sincerità

Eccomi nuovamente qua, a compilare altre righe, a rispondere ad altre domande, a scovare altri nuovi giocatori.

Questa volta il giochino innocente mi viene lanciato da Cristina .. e posso io non cogliere la palla al balzo? Giammai!

Questa volta il tutto consiste nello scrivere 10 cose vere su di me.

Ok, vedrò di non essere ripetitiva e di non scrivere nuovamente le stesse cose.

1) Sono un po' viziatella e alla mattina, per svegliarmi, non uso la sveglia ma viene mia mamma. Ben due volte: la prima per svegliarmi e la seconda per dirmi che è pronto il caffè.

2) Sul ripiano della mia scrivania c'è un peluche storico: uno Snoopy, che mi ha regalato mio fratello al mio terzo compleanno. Guai a chi me lo tocca, anche se il mio moroso ha minacciato più di una volta di gettarmelo.

3) Non mangio le olive, nè la mostarda, nè i capperi e men che meno le barbabietole. Sono tra le poche cose commestibili che proprio non riesco a sopportare.

4) Sono cresciuta, da bambina, bevendo latte intero a pranzo e a cena anzichè acqua. Ma non so se l'effetto è stato quello di farmi diventare alta quasi 180 cm o se quello di rendermi un po' sciroccata di testa.

5) Non amo assolutamente ballare. Anche da ragazzina, quando con la compagnia si andava in discoteca, mi ritrovavo immancabilmente seduta in un angolo .. a bere.

6) Mi da fastidio, ma in un modo che non potete nemmeno immaginare, il disordine in casa, soprattutto in camera mia. Non sopporto che le cose non si trovino al loro posto e tendo a sistemarle immediatamente (con grande nervoso del mio moroso che non può nemmeno cambiarsi le scarpe che già gli ricordo dov'è la scarpiera).

7) Non perdo assolutamente una puntata di Distretto di Polizia. Se possibile, evito di organizzare qualcosa in quella serata e addirittura chiedo al mio moroso di chiamarmi o prima dell'inizio o al termine della puntata. Non potete immaginare come mi sono sentita quando oggi ho appreso che la nuova stagione verrà trasmessa di venerdì (serata che passo alternativamente od in treno od in stazione). E non ditemi che si può sempre registrare: per me non sarebbe la stessa cosa.

8) Ho preso la patente tardi, quando avevo già 22 anni. Però l'esame teorico l'ho superato al primo colpo con solo 2 errori (e se pensate che alla mattina avevo circa 38 di febbre ed in autoscuola ero pure svenuta, sono praticamente un genio!). Anche l'esame pratico l'ho superato al primo colpo, malgrado un "Signorina, lei guida un po' troppo veloce per i miei gusti, però la promuovo ugualmente".

9) Ho trovato un impiego appena terminata la scuola. Passati gli esami di giugno, ad ottobre sono stata assunta dove tutt'ora lavoro. Pensate che non avevo nemmeno spedito un curriculum: la ditta ha chiamato la scuola perchè cercava una progettista, ed io ero quella che abitava più vicino e coi voti più alti. Colloquio di venerdì pomeriggio, iniziato di lunedì mattina. Se non si chiama fortuna questa!

10) Durante l'arco della mia vita ho traslocato 5 volte ed ho cambiato 6 scuole (tra elementari, medie e superiori). Grazie al cielo ho un buon spirito di adattamento!

Ora, come al solito, dovrei passare la palla a qualcuno di voi.

Ma questa volta, almeno questo compito lo passo: tanto vi conosco fin troppo bene per non sapere che nei prossimi giorni avrò parecchio da leggere di voi!