martedì 25 maggio 2010

Chi dice cosa

Nel mondo di oggi spendiamo 5 volte di più per i medicinali che aiutano l'impotenza dei maschi e il silicone per le donne, che non per investire sulla guarigione dell'Alzheimer.
Di conseguenza in futuro avremo donne vecchie con le tette grosse e uomini vecchi con il pisello duro, e nessuno di loro riuscirà a ricordarsi a cosa servono.

- Dr. Drauzio Varella, premio Nobel per la Medicina

PS presa gentilmente in prestito da una mail di Laura.

sabato 22 maggio 2010

Grazie

Come feci l'anno scorso, anche stavolta mi ritrovo a dovervi ringraziare uno per uno. Il problema è che più si va avanti e più ho persone a cui dire grazie .. sarà mica che aumentano proporzionalmente con l'età, vero?

Non so da che parte cominciare, perchè tra messaggi, mail, telefonate, facebook, blog e furum vari, è anche probabile che mi sia persa per strada qualcuno di voi.
Se ciò fosse veramente successo, non abbiatene a male: è tutto dovuto agli anni che passano!

Ma bando alle ciancie e dunque, in ordine casuale e sparso, grazie di cuore a:
Mamma e papà, Riccardo e la zia.
Mirko ed Elisa, Meo, Manuela, Luca e Laura, Lucia e Mario.
Ivy, Xina, Alessandra, Denix e Bida.
Rexus, Criora, Elimar, Vulpo, Xavier, Rigormortis, Argorius, Psychelia, Eilan, Hellgoras, Urb, Larousse, Elisa, Pintargos, Valaraukar, Shandel, Ishdaar, Kalthor, Jane e Berserk. 
Simona, Valentina, Antonio e Luca.
Valentina, Lisa, Cristina e Marzia.
Giringirella, Nadia, Maura, Francy, Annalisa, Monica, Daniela, Paola73, Elena, Monica, Sweet Candy, Alina, Cocca, Creamy, Silvia78, Elisa, Dada, Barbara, Luisa, Fabio, Alberto, Mikela, , Lauretta81, Chemical Syster, Johnny, Nicoletta, ClaraDea, Patrizia.
Clorophilla, Chiara, Federica, Cri, Maffy, Moma, Simona, Silvia, Luca e Pythia.
Ambrogia, Grazia, Marzia, Tito, Jacopo, Patrizia, il capo e Luigi.

Insomma .. semplicemente: GRAZIE.

venerdì 21 maggio 2010

Quota 32

Ci risiamo.
Anche quest'anno sono al giro di boa, e mi ritrovo a soffiare nuovamente sulle candeline della torta e ad esprimere desideri sperando che si avverino.

Ma quest'anno, come dice questa indagine, ho raggiunto l'età in cui, si dice, le donne si sentano più belle.
Alla faccia delle prime rughe che compaiono attorno agli occhi.
Alla faccia dei primi segni sulla pelle.
Alla faccia delle prime macchie sulle mani.
Alla faccia dei primi capelli bianchi.
Alla faccia della cellulite.

Alla faccia di chi mi vuole bene e, soprattutto, alla faccia di chi mi vuole male.
Alla faccia di chi mi stima e di chi mi degrada.
Alla faccia di chi mi ama e di chi mi odia.
Alla faccia di chi sta imparando a conoscermi e alla faccia di chi, invece, ci ha rinunciato da tempo.

Alla faccia di tutto questo, io oggi compio gli anni.
E, fregandomene di tutto ciò che ho intorno, mi auguro da sola:  
BUON COMPLEANNO

lunedì 17 maggio 2010

WoW, che giornata .. d'elite!

Sabato è stata una giornata particolare, all'insegna dell'amicizia e della buona compagnia.
Incontratisi a pranzo, attorno alla tavola imbandita si ritrovarono i personaggi più disparati:
  • la coppia di elfi formata da Criora la paladina e Glamorgan il warlock, con il loro baby pet Ginny
  • il trittico proveniente da lontano, ovvero l'elfo ladro Jane, l'orco warlock Rexus e l'elfo mago Xavier
  • la strana coppia creata dalla tauren guerriera Gundrabur e dall'elfo paladino Dalamar, accompagnati dal fido Meo
  • gli elfi paladini Slyman e Baldrin
Detta così sembra una strana combricola di matti, che vivono in mondo immaginario e che ben presto verranno rinchiusi in qualche manicomio.
In realtà è la strana compagnia creata da un gruppo di giocatori .. d'elite .. che  oltre a ritrovarsi ogni sera dietro ad un monitor e ad un microfono, amano anche incontrarsi dal vivo, facendosi qualche risata insieme e cercando di dimenticare i problemi che la vita ogni giorno ci presenta.

Da sinistra: Glamorgan-Ale, Jane-Gianluca, Baldrin-Roberto, Rexus-Matteo, Xavier-Mario, Dalamar-Ricky, Slyman-Giuseppe e Gundrabur-io

Perchè sappiamo bene che si gioca sì per arrivare ad un trofeo, ad uno scrigno, per uccidere un boss o per finire un'istanza, per sistemare un equipaggiamento o per comprare nuovi oggetti.
Ma noi giochiamo, soprattutto, perchè stiamo bene insieme.

PS qua altre foto della giornata!

martedì 11 maggio 2010

Trema

La terra questa notte ha tremato.
Verso le 4 del mattino, una scossa sismica - fortunatamente di lieve entità - ha destato i nostri sogni.

A dir la verità, già una mezz'oretta prima abbondante la mia Tilde si era svegliata, ed era venuta davanti alla porta di camera mia frignando e gemendo.
Mi sono alzata, e malgrado un bel po' di coccole non si calmava minimamente.
Nel frattempo si era alzata anche mia mamma, anche lei disturbata dai versi lamentosi di Tilde.

All'improvviso ... vrummmmm ... tutto ha tremato, un boato ha coperto le nostre orecchie, i lampadari hanno oscillato decisi. Pochi secondi e poi il silenzio assoluto.

Tutto, nel buio della notte, è tornato alla normalità.
Tilde si è calmata.
Io sono tornata a letto.
Mia mamma è tornata in camera.

Ah, ovviamente, in tutto questo trambusto, mio papà ha continuato a dormire beatamente!

giovedì 6 maggio 2010

Ah .. che bell'età!

Nei giorni scorsi c'è stato il compleanno di mio papà.
Come regalo, martedì pomeriggio l'ho portato in una stock house a rifarsi il guardaroba.

Partiamo dal presupposto che mio papà è entrato a far parte della categoria degli over 70. Normalmente questa allegra categoria di pensionati gira per il paese indossando:
  • pantaloni rigorosamente di laniglia nelle tinte classiche del grigio
  • camice classiche rigorosamente nei colori bianco, grigio, male che vada beige o mattone
  • gilet di lana (invernale od estiva) in tinta coi pantaloni
  • magliette .. e chi le usa? Al massimo qualche polo, ma rigorosamente tinta unita blu o nera
  • scarpe stile mocassino o, comunque, classiche maschili
Già il fatto che, quando sono passata a prenderlo, lui si sia presentato con: scarpe ginniche senza lacci, pantaloni multitasca beige (da specificare che fino all'anno scorso quei pantaloni erano miei), camicia bianca a righe azzurre e marroni sopra una maglietta nera, e sopra tutto un pullover verde .. beh, la dice tutta sul tipo di spese a cui sarei andata incontro.

Arriviamo al negozio, e per due - sottolineo due - ore, vaghiamo tra scaffali, corsie, camerini, magliette, camicie, pantaloni, tute, mutande e via di nuovo, girando come delle trottole in attesa di trovare quello che gli possa piacere.

Alla fine, se ne esce con la bellezza di 7 magliette, 1 camicia e 3 canotte. Normali? Macchè!
Per non contare dei pantaloncini da tarro che si è provato: grigi, a quadri neri, con mega cinturone borchiato in tinta. Peccato che fossero troppo corti e non sta bene mostrare il ginocchio rovinato che ho (rovinato più di 30 anni fa cadendo in moto). E se a più di 70 anni la sua preoccupazione è quella di mostrare delle belle gambe .. siamo rovinati!


D'altronde, uno che compra una decina di magliette e, tra tutte, quella qui riportata è la più seria presa in considerazione .. allora sì c'è da stare all'erta!

lunedì 3 maggio 2010

Chi dice cosa

Non sono ubriaco, sono solo diversamente sobrio.

- Sherlock Holmes

sabato 1 maggio 2010

1° Maggio



Ai lavoratori che oggi sono a casa.
Ai lavoratori che oggi sono negli stabilimenti.
Ai lavoratori che oggi faranno la classica gita fuori porta.
Ai lavoratori che oggi faranno gli straordinari.
Ai lavoratori che oggi un lavoro lo cercano.
Ai lavoratori che oggi sono in cassa integrazione.
Ai lavoratori che oggi non ci sono più.