lunedì 31 gennaio 2011

Chi dice cosa

Il corpo era sacro.
Anche nella morte, e nella scelta della morte, andava rispettato.

- Hector Parravicini (nel libro Maya - Domani, 2012)

domenica 30 gennaio 2011

Meme libroso 2010

Federica ormai mi conosce, sa che i meme stanno a me come il miele alle api e che quindi non mi tiro mai indietro quando me ne propone uno.
Questa volta si tratta di andare indietro con la memoria e ripercorrere un po' tutti i libri letti nell'anno appena terminato, e mi sa che anche io dovrò chiedere aiuto alla mia libreria virtuale di Anobii.

Pronti? Via!

1) Quanti libri hai letto nel 2010?
Ne ho letti 35. E per una che legge 15 minuti in pausa pranzo e per il resto solamente nei miei trasferimenti in treno, è già un bel successo.

2) Quanti erano fiction e quanti no?
Se per fiction si intendono i libri da cui hanno tratto serie televisive o film, allora direi 6: 4 della saga di True Blood e 2 della saga de Il diario del vampiro.

3) Quanti scrittori e quante scrittrici?
Per la cronaca, 29 femminucce e 6 maschietti.

4) Il miglior libro letto?
Il top delle stelline sono state attribuite a più di un libro, ma il migliore - in questo caso i migliri - in assoluto è stata la saga di Mirta e Luna.

5) E il più brutto?
Senza ombra di dubbio La dodicesima vittima di Iris Johansen.

6) Il libro più vecchio che hai letto?
L'occhio del mondo di Robert Jordan, pubblicato nel 1990.

7) E il più recente?
Demon's angel, pubblicato a fine 2010 - in pratica l'ho comprato poco tempo dopo la messa in vendita ..

8) Qual'è il libro con il titolo più lungo?
Appena dopo la pioggia e poco prima del sole di Silvia Ponzo.

9) E quello col titolo più corto?
Demons di Geena Showalter.

10) Quanti libri hai riletto?
Nessuno. Non amo rileggere i libri, forse perchè della maggior parte di esse ricordo quasi perfettamente le storie narrate.

11) E quali vorresti rileggere?
Ora come ora direi Cime tempestose, ma so già che dopo qualche pagina ricorderei perfettamente la storia.

12) I libri più letti dello stesso autore?
A pari merito tre autrici: Geena Showalter, Charlaine Harris e Maggie Shayne.

13) Quanti libri scritti da autori italiani?
Tre libri di Chiara Palazzolo, uno di Silvia Brena e Iginio Straffi, uno di Silvia Ponzo e uno di Walter Peirone.

14) E quanti, tra i libri letti, sono stati presi in biblioteca?
Nessuno. Non frequento le biblioteche, i libri che leggo sono tutti rigorosamente comprati (altrimenti come farei a sottolineare i passi più importanti o le citazioni preferite?).

15) Dei libri letti, quanti erano ebook?
Nessuno: ho provato una volta a leggere tramite pc e ho perso il filo 47 volte in una riga. Non fa per me: preferisco ancora sfogliare le pagine a mano!

E ora questo meme lo passerei volentieri a:
Giringirella, lettrice e viaggiatrice appassionata
Mamma Iaia, visto che so che è una divoratrice di libri .. e adora rispondere alle domande!
Black Arcana, a cui non ho mai visto compilare un meme, ma legge una quantità di libri impressionante!
E a chiunque abbia voglia di farlo!

venerdì 28 gennaio 2011

Preveggenza

Tempo fa lessi un articolo su internet relativo alla futura scomparsa di uno dei protagonisti del fumetto I fantastici 4.
Sinceramente la cosa non mi sconvolse più di tanto, in quanto non sono mai stata una loro grande fan.

L'argomento venne fuori qualche giorno dopo parlando col moroso ed un amico.
Il moroso - anche lui non grandissimo fan del quartetto in questione - disse che l'unico protagonista che poteva morire, a suo dire, era Johnny Storm, alias La torcia umana.
Il discorso, comunque, finì lì.

Oggi, leggendo il blog di Reganisso, e trovando conferma su La Stampa, scopro che il poveretto del fantastico quartetto che ci lascerà le penne è proprio, manco a dirlo, Johnny Storm.

Ora.
O il moroso è dotato di poteri di preveggenza - e a tal proposito mi chiedo perchè non abbia ancora vinto al Superenalotto.
Oppure è un portasfiga assoluto.

Io la mia idea me la sono fatta!

giovedì 27 gennaio 2011

Meme regaloso

Qualche giorno fa la cara Federica mi ha premiato con il Stylish Blogger Awards, con la scusa che - ormai lei lo sa benissimo - non riesco a dire di no ad un meme.

Ed infatti, tra la regole di questo premio, oltre a quello di passarlo poi a 7 blogger, c'è anche quella che dice, spudoratamente, di raccontarvi 7 cose di me.

Ora. A pensarci bene tante cose sono già state dette più o meno esplicitamente, e trovarne di altre mi viene difficile.
Ma vedrò di far funzionare il cervelletto come si deve.

Mi piacciono da impazzire le barrette al latte Kinder.
Le mangio fin da quando sono bambina, un po' come fa Licia Colò.

Sarei capace di mangiarmi l'intera confezione in un volta, ma fortunatamente riesco a fermarmi in tempo.
Giusto per lasciare qualche barretta anche per il giorno dopo.


Sono ormai un paio di anni che gioco a World of Warcraft, un videogioco per pc. Inizialmente non mi convinceva molto, ed infatti per fare i primi 30 livelli ci avrò impiegato 1 anno. Poi, non so bene come o perchè, mi ha convinto di più.
Ed ora tutte le sere almeno 1 oretta ci gioco, insieme al moroso e ad altri amici (fortunatamente è online).

Quando ero bambina, farmi prendere una pastiglia era praticamente impossibile.
Quelle rare volte in cui sono stata costretta, mia mamma ha cercato in tutti i modi di farmele ingoiare: triturandomele nell'acqua, addirittura facendomele mangiare con dei biscotti (un po' come si fa con i cani, ed è tutto detto ..).
Niente.
Immancabilmente riuscivo a mangiare ciò che c'era attorno e a sputare l'arma del delitto.
Poi, per i casi della vita, ho dovuto cominciare a prendere la pillola anticoncezionale.
Ecco .. da allora prendo anche i pastiglioni degli antibiotici con mezzo dito d'acqua senza batter ciglio!

Quando sono in macchina, da sola, canto a squarciagola.
Ma proprio urlando. Mi immedesimo nel cantante di turno e lancio le mie parole al vento.

In inverno.

In estate, con la scusa dei finestrini abbassati, solitamente rimango in silenzio e mi limito ad ascoltare.

Non vorrei che i poveri passanti siano costretti ad udire la mia voce non proprio da usignolo!

Sulla mia scrivania, tra la tastiera del pc e la sveglia a forma di mela arancione, ho un portapenne in cuoio, di colore marrone, con inciso in carattere corsivo il mio nome.

Avrà minimo minimo 20/25 anni.

Era stato fatto dalle mie maestre delle elementari e ci era stato donato, non ricordo se ad un Natale o alla fine della 5^ elementare.

Sta di fatto che da allora è perennemente sulla mia scrivania.
Un po' sbiadito, ma presente.

Sempre sulla mia scrivania, ma nel ripiano più in alto, tra le casse del Dolby e la Playstation, c'è un peluche in stoffa di Snoopy.
Indossa una magliettina rossa con scritto il suo nome, e ha il naso rattoppato con un fazzoletto a fiori, per non far uscire l'imbottitura, fatto da mia mamma.

Ha la bellezza di 29 anni.
Mi è stato regalato da mio fratello al mio terzo compleanno, e mi ha seguito in ogni trasloco. 
Il moroso cerca ogni tanto di gettarmelo, ma sono sempre riuscita a salvarlo!

in una scatola fiorata, nel ripiano in basso dell'armadio, conservo le cose più strane, i biglietti d'auguri, i depliant o altri oggetti che ho raccolto da quando c'è il moroso.

Tra le varie cose contenute, ci sono tutti - e sottolineo la parola tutti - i biglietti dei treni usati in 11 anni.

Rigorosamente divisi per anni e tenuti insieme da elastici differenti, oltre ad essere pinzati insieme quelli dello stesso weekend.

 Ora la parte più interessante ma anche più impegnativa: scegliere 7 blogger a cui passare il premio - e l'incombenza del meme.

Beh, dopo alcuni minuti di pensiero, la mia classifica è la seguente:

Chiara, perchè so che anche lei, sotto sotto, quando è in vena, ama rispondere a queste domande assurde!
Reganisso, perchè mi fa morire ogni volta che trova qualche attore in qualche film e che solo lei riesce a riconoscere!
Bookaholic, che seguo assiduamente per le sue recensioni letterarie!
Moma, che con le sue avventure tra libri, colleghe, istruttori e Coso, mi diverte ogni volta!
Nuvolette, per le sue storie con la mezza mela, con Luna e con i pesci!
Siberja, che ho appena conosciuto ma di cui apprezzo molto il modo do scrivere .. e le sue foto!
Maffy, blogger .. viaggiatrice .. fotografa .. amica ..

Forza, ora voglio leggere le vostre risposte!

lunedì 24 gennaio 2011

Gita a Mantova

Finalmente, dopo mesi in cui cercavamo di prenotare praticamente ovunque e le uniche risposte che ricevavamo erano mi spiace siamo pieni oppure riprovate tra qualche mese, siamo riusciti ad usufruire anche dell'ultimo pacchetto Smart Box che avevamo.

Per chi non se lo ricordasse, io e il moroso - ricchi di fantasia estrema - per il nostro decimo anniversario ci siamo regalati, senza saperlo, senza aver lasciato indizi, senza averlo minimamente organizzato, un pacchetto Smart Box. Ovvero una di quelle scatolette dove all'interno, tramite un libricino in cui scegliere, si può prenotare da qualche parte e avere un weekend organizzato.

Bene, dopo varie peripezie, lo scorso fine settimana siamo andati a Mantova.

I giardini di Palazzo Te

Sarò sincera: mi ha sorpreso come cittadina.
In alcune decisamente cose in positivo .. in altre un po' in negativo.

Il centro storico, piazza delle Erbe, Palazzo Ducale, i vicoli e il Duomo, sono veramente magnifici. La tranquillità e la pacatezza in cui viene avvolta tutta la città avvolge completamente i turisti.

Uno dei rii che attraversano la città

I vari rii che attraversano la città, o i laghi che la circondano - creati dal fiume Mincio - la rendono poi quasi magica, misteriosa.

Però, lo ammetto, la cosa che più mi ha deluso, è stato Palazzo Te.
Sarà che me lo immaginavo enorme, splendente e grande (me lo immaginavo un po' come la Reggia di Venaria) .. ed invece mi sono trovata davanti sto' palazzetto, con due giardinetti striminziti .. una tristezza praticamente!

Piazza Virgiliana

Diciamo che in linea di massima è stata una gita che valeva comunque la pena di fare. Soprattutto per gli agnolini in brodo!

E voi, ci siete mai stati a Mantova?

mercoledì 19 gennaio 2011

Parli parli ma ..

Ieri pomeriggio, ufficio.
Vado in amministrazione per ritirare dei disegni arrivati tramite corriere.
La collega non c'è, è nella stanza accanto a chiacchierare amabilmente col capo e con un'altra collega.

Sto per ritirare i disegni quando ..
"Ecco, chiediamolo anche a lei" dice il capo perentorio, puntando un dito nella mia direzione.
Strabuzzo gli occhi, pensando già a che cavolo voglia chiedermi.

"Secondo te, io, sono una persona paziente?"

Silenzio.
Ci guardiamo io e la collega, che mi sussurra, sorridendo, di ponderare bene la risposta.

"Guardi capo .. per quel che la conosco io .. dipende dalla situazione che richiede la sua pazienza".

Ok, credo di essermi salvata in corner.

Il capo mi fissa negli occhi.
"Certo che sei proprio come Andreotti tu: parli parli, ma alla fine non dici un cazzo!".

Bonjour finesse!!

domenica 16 gennaio 2011

Prima pagina

Il faro di Sućuraj ha avuto successo!

venerdì 14 gennaio 2011

Il principe della notte

Ennesimo capitolo della solita saga Harmony dedicata ai vampiri.
Mi ero ripromessa che non avrei proseguito questa catena letteraria in quanto, diciamocelo chiaramente, non è certo da premio Nobel, anzi!
Ma .. ma .. quando nella trama di questo ho letto che il protagonista era niente-po-pò-di-meno-che Vlad Dracula in persona .. lo ammetto: mi sono lasciata tentare e ho ceduto.

Elisabeta, moglie di Dracula, dopo averlo aspettato inutilmente per anni che tornasse dalla guerra, per disperazione si uccide: guarda caso, proprio mentre lui sta facendo ritorno. Essendo lui già un vampiro, chiede aiuto ad una congrega di maghi, i quali fanno un incantesimo ad Elisabeta: la sua anima vagherà di corpo in corpo finchè non troverà la sua reincarnazione futura, e solo allora un ulteriore preciso incantesimo la riporterà in vita.

Peccato che, dopo più di 500 anni, il corpo prescelto sia quello di Stormy, cacciatrice di vampiri e vecchia conoscenza, nonchè amante, di Dracula.

Riuscirà Stormy ad eliminare l'anima di Elisabeta senza morire lei stessa?
Riuscirà Dracula a decidere se ama la sua attuale compagna o se è ancora perennemento legato alla vecchia moglie?
Riuscirà Elisabeta a riprendersi un corpo e, soprattutto, il marito?

Tutto si risolverà, e ognuno avrà ciò che tanto bramava: chi l'amore, chi una certezza, chi la pace eterna.

PS: ecco, quand'è che qualcuno mi insegnerà a tenere le mani a posto e ad evitarmi certe fregature? Perchè alla fine, sotto sotto, questo libro è una gran fregatura! Alcuni elementi possono anche starci (tipo la donna di cui Vlad è innamorato, Elisabeta, c'era anche in altri libri tratti dal suo mito) ma per il resto .. che mortorio!

giovedì 13 gennaio 2011

Prima pagina .. bis!

Ieri, non solo in homepage grazie ad un foto pubblicata solo 24 ore prima della Sacra di San Michele ..


.. ma se avete guardato un po' più in basso, nella stessa pagina, si parla del luogo consigliato per la settimana, ovvero il Piemonte. Beh, a dirla tutta, il link dedicato al MAO - Museo Arte Orientale, riporta nuovamente a me!

martedì 11 gennaio 2011

La Sacra di San Michele

Sul cucuzzolo della montagna, c'è una neve alta così diceva una vecchia canzone italiana. Io la modificherei in Sul cucuzzolo della montagna, c'è una Sacra grande così!


Perchè è questa l'impressione che i visitatori della Sacra di San Michele hanno: di grandezza. Imponenza, maestosità, forza ..
Vedere una costruzione del genere abbarricata in cima ad un monte, con la pietra che le fa da fondamenta e che l'aiuta a sorreggersi mentre lei spinge con tutta la sua solennità sui contrafforti laterali .. beh, oltre che una gioia per gli occhi, è anche una gioia per il cuore.


Perchè in realtà questa Sacra è nata, più di mille anni fa, come riparo per i pellegrini, per le persone che oltrepassavano il confine e che, nel gelo delle Alpi, cercavano un posto che desse loro calore, e non solo fisico. E malgrado il passare degli anni, malgrado la vita monastica interna sia andata via via scemando, malgrado il periodo di semiabbandono, la Sacra ha sempre raccolto attorno a sè curiosi, fotografi in erba, turisti alternativi, anime in cerca di pace e spiritualità.


Ed è un po' l'impressione che abbiamo avuto noi durante la nostra visita: il silenzio e quella strana atmosfera che si respira all'interno - e non solo nella cappella, ma anche sulle terrazze e lungo le scalinate - è quello di un luogo di pura e vera pace.

E poi, diciamocela tutta, ricorda molto i luoghi dove si svolge il film Il nome della rosa, vero?

Ci siete mai stati voi?

lunedì 10 gennaio 2011

S.O.S. Tata

Notte fonda.
Buio.
Silenzio.

Io sto dormendo beatamente, di sasso: una di quelle dormite che a volte te le sogni da tanto si è stanchi.

Grrrrrrrr.
Grrrrrrrr.
Bau bau bau.
Grrrrrrrr.
Grrrrrrrr.

Mi sveglio di soprassalto ancora mezza intontita.
Il mio cervelletto fatica ad entrare in azione, ma riesco a mettere insieme qualche pensiero logico: Tilde dorme sul suo cuscinone ai piedi del mio letto - Tilde abbaia e ringhia - Tilde ha sentito qualcosa - probabilmente è un pericolo.

Ok, mi faccio forza e mi alzo.
Mi siedo sul letto e, nel buio della stanza rischiarato appena dalla luce proveniente dalla finestra del bagno (di fronte a camera mia), mi guardo attorno.

In teoria, mi aspettavo di vedere Tilde in piedi che puntasse da qualche parte, magari con le orecchie ritte ed il labbro all'insù come quando vede qualcuno che non le piace.
In teoria.

In pratica, lei stava dormendo beatamente, occhi chiusi, sdraiata a peso morto sul suo cuscino, le zampette che si muovevano freneticamente, ed un sogno - spero per lei divertente - che la faceva abbaiare e ringhiare inconsciamente.

Ma io un cane normale no?

sabato 8 gennaio 2011

Leggi che ti passa

Esattamente 1 anno fa mi sono iscritta ad Anobii.
Per un po' ho resistito alla voglia di mettere in bella mostra ciò che leggevo durante l'anno, ma mi risultava impossibile contare effettivamente i libri che passavano tra le mie mani.
Grazie al cielo, esistono le statistiche anobiane!

Detto questo, posso dire con estrema gioia che ho letto ben 35 libri.
Certo, non sono i 100 di MagicamenteMe o i 63 di Nuvolette Colorate, però per essere una che legge quasi esclusivamente in treno, non mi lamento.
Diciamo che mi accontento di essere tra quelle che alzano la media di 1 libro all'anno a testa.

In aggiunta, posso dirvi che i 35 libri in totale avevano 10.376 pagine.
5 stelline (il top della gamma) le hanno ricevute i libri della saga di True Blood o la trilogia di Mirta e Luna, mentre 2 sole stelline (ed ero già stata generosa, ma non potevo calcolare il mezzo punto) le avevo assegnate al primo capitolo della saga dei Cardella.

Tra queste pagine ci sono anche 9 fumetti: il mio adorato "Angel Sanctuary" e l'ottava stagione del serial di Buffy.

I protagonisti principali, anche quest'anno, sono stati i vampiri, seguiti a ruota dai demoni e dagli angeli.

E voi, quanto avete letto?

giovedì 6 gennaio 2011

La Befana vien di notte ..

.. con le scarpe tutte rotte
con le toppe alla sottana
Viva, viva la Befana!


Buona festa donne .. e finito di viaggiare sulla scopa, rilassatevi un po' con questa!

martedì 4 gennaio 2011

And the winner is ..

Anno nuovo, vecchie abitudini: come iniziare alla grande il 2011, se non con un bel meme? Questa volta ho preso spunto dal blog di Silvia, anche se avevo già visto una cosa simile da qualche altra parte ma non ricordo bene dove (sarà l'età che avanza??).

Ripensando per bene a ciò che ha caratterizzato l'anno appena giunto al termine, la mia personalissima classifica è questa:

Miglior libro
Tra tutti quelli letti durante l'arco dei 12 mesi, direi sicuramente Non mi uccidere, il primo capitolo della trilogia di Mirta e Luna.
Diverso da tutti quelli letti fino a quel momento - sia come storia che soprattutto come metodo di narrazione - all'inizio non è che mi avesse detto granchè, ma superato lo scoglio dei primi 2/3 capitoli, l'ho praticamente divorato (un po' come fa la protagonista con le sue vittime .. )!




Miglior film
Beh, una menzione particolare la merita senza ombra di dubbio Avatar. Tenendo conto che prima di entrare in sala lo reputavo un filmetto fatto solo per spendere soldi, e che invece ne sono uscita completamente estasiata, direi che vale decisamente la pena di essere visto.
Per la storia (anche se sa sicuramente di già visto), per le scene, per i particolari, per tutto: bello, anche per me che non amo la fantascienza e i film a lieto fine.



Miglior telefilm
Premettendo che non seguo i telefilm in diretta televisiva, ma solitamente li guardo post-programmazione dopo qualche mese, direi che un bel 10 pieno se lo merita True Blood.
Diverso dai libri da cui è tratto, ricco di sangue e - soprattutto - sesso, in certe scene fa sbellicare dalle risate. Ok, ok, lo salvo anche per Eric, ma quello era scontato!



Miglior miniserie TV
Sicuramente Il conte di Montecristo. 
Non tanto perchè effettivamente è l'unica miniserie (4 puntate) che ho visto quest'anno, ma soprattutto perchè, trita e ritrita, la storia del povero Conte affascina sempre!
E poi, volete mettere vedere insieme Gerard Depardieu e Ornella Muti?




 
Miglior personaggio televisivo
Qua vi lascerò decisamente a bocca aperta, più che altro perchè sono indecisa tra due attori della serie Stargate SG1. Ci sto ancora pensando su bene e .. sì, direi che la mia scelta finale ricade sul Dottor Daniel Jackson, alias l'attore Michael Shanks.
Ok, non sarà Eric di True Blood, non sarà uno dei nuovi vampiretti succhiasangue adolescenziali .. ma l'occhiale a volte tira!



Miglior disco
Qua non ho dubbi: Casa 69 dei Negramaro.
Completamente diverso dal precedente, in alcuni tratti molto simile al loro primo lavoro, totalmente disarmante in certe canzoni.
Da ascoltare in macchina col volume a palla mentre ci si dirige al lavoro, o da assaporare nelle cuffie al buio della propria stanza!




Miglior canzone
Se un giorno mai, del già citato Casa 69 dei Negramaro.
Quando un amore finisce, a volte si vorrebbe dimenticare completamente la faccia di chi ci ha ferito.
E spesso si chiede che la stessa cosa la faccia anche la controparte.
Ma così non si potrebbe ricominciare?

Miglior cartone
Vampire knight, tratto dall'omonima serie manga.
Una scuola diurna - in cui allievi umani imparano a stare al mondo -  e una scuola notturna - in cui gli allievi sono vampiri delle più nobili casate.
Una ragazza, innamorata di un vampiro e amica di un umano, dovrà scegliere.
Ma qualcuno lo ha già fatto per lei molti, molti, molti anni prima.



Miglior momento sportivo
La medaglia d'argento di Alex Schwazer ai Campionati Europei di atletica leggera, nella 20 km di marcia.
Altro che calcio!
Altro che 11 spompati che corrono dietro ad un pallone in mutande!
Questo è sport!

Miglior momento in assoluto
Il premio Nobel per la Pace a Liu Xiabo, dissidente cinese che ha lottato, e lotta tutt'ora malgrado la condanna ad 11 anni di carcere per istigazione alla sovversione, per i diritti civili dei suoi compatrioti che ora, col senno di poi, gli voltano le spalle.



E i vostri momenti migliori quali sono?

lunedì 3 gennaio 2011

Numbers and research

E non poteva di certo mancare la classifica finale delle ricerche del 2010 no?
Quindi, eccomi ancora alle prese con qualche malcapitato in zona:
  • Pinzini ferraresi: ma non l'avete ancora imparata la ricetta?
  • 11: 12, 13, 14, 15 .. sai contare vero?
  • Tour dell Olanda: l'apostrofo l'hai dimenticato a casa vero? E poi mi spiace, ma a parte Amsterdam non conosco altro dei Paesi Bassi
  • Tokio Hotel: aiuto!!! Abominio!! Non li ascolto io quei cosi lì!
  • Dieci anni di moda: ehm .. si insomma .. io e la moda .. beh, hai spabagliato pagina mi sa!
  • Bertesseno capodanno: vuoi andare in mezzo al gelo??
  • E' scritto nelle stelle: non sui libri?
  • Katiuscia: piacere, è il mio nome!
  • Appunti di Harry Potter: ehm, in questo mi sa che è più ferrata Federica
  • Rasoi Merano: perchè, nel tuo paesello non li vendono i rasoi?
E, come al solito, saluto augurandogli un buonissimo Anno Nuovo, il solitario visitatore di Syosset, negli Stati Uniti!

domenica 2 gennaio 2011

Prima pagina

Anno nuovo .. e sono ancora qua!


Questa volta però niente fotografie pubblicate e nessun vogliamo che tu conosca: semplicemente una minima citazione nel post di fine anno sul blog ufficiale di Minube!