giovedì 28 aprile 2011

Ci risiamo

Innanzitutto grazie a chi mi ha donato nuovamente un premio.
La cosa però mi mette un po' in difficoltà, più che altro perchè devo trovare altre cose da raccontarvi su di me e, credetemi, di aneddoti ora faccio veramente fatica a trovarne.

Ma vediamo se la mia testolina riesce ancora una volta a stupirmi.

1) In 5^ elementare ho fatto la regista. Insieme ad alcuni miei compagni di classe e ad una mia maestra, partecipai alla realizzazione di un cortometreggio/documentario sull'alluvione avvenuta in Valtellina nel 1987. L'anno successivo, proprio con questo filmato, siamo arrivati terzi ad una manifestazione organizzata dagli istituti scolastici nazionali, e siamo andati alla premiazione a Pisa (e ovviamente la medaglia l'ha tenuta la scuola ...)

2) Scrivevo sul giornalino scolastico. Al tempo delle superiori alla scuola per geometri. Peccato che dopo la terza pubblicazione mi esclusero dal circolo in quanto i miei articoli erano troppo sovversivi per l'epoca (peccato avessi parlato solo di tatuaggi, libri e film).

3) Sono stata un'attrice cinematografica. In 3^ media, durante le ore di laboratorio che si svolgevano al pomeriggio, col professore di musica girammo 3 videoclip, tratti da Porta portese di Baglioni, Sotto questo sole dei Ladri di biciclette e C'era un ragazzo di Morandi. Da qualche parte dovrei avere ancora la videocassetta con le registrazioni.

4) Sono stata un'attrice di teatro. Quando avevo forse 5 o 6 anni. Un teatrino organizzato con altri bambini del paese dove solitamente trascorrevo le vacanze estive. E sono anche stata citata in un articolo sul quotidiano La libertà di Piacenza: peccato abbiano sbagliato a scrivere il mio nome (ho ancora l'articolo ritagliato da qualche parte).

5) Ho fatto un provino televisivo. Avrò avuto 4 anni. I miei mi hanno portato in questo stanzone pieni di bambini negli studi di Canale 5 a Milano, dove mio papà lavorava. Non mi presero, ma ci guadagnai un bellissimo pupazzetto a forma di Snoopy.

6) Sono stata dietro le quinte di uno show teatrale. Ad Abano Terme. E ho così guadagnato gli autografi di Brian e Garrison, di Enrico Beruschi e di Cristina Moffa, tutti protagonisti del Drive In e tutti protagonisti dello spettacolo. Peccato che avessi solo 7/8 anni e a malapena sapessi chi erano.

7) Non ho mai cantato. E grazie al cielo aggiungerei, visto che sono più stonata di una campana e di una mucca messe insieme!

Ora vorrei sapere cosa avete però voi da raccontare!

mercoledì 27 aprile 2011

Demon's passion

Ci sono ricascata.
Questa volta ho letto l'ennesimo capitolo di questa saga.
E, manco a dirlo, è già tanto se l'ho votato con 2 stelline di Anobii.

In pratica questa volta il protagonista è Gideon, il guerriero immortale sfigato posseduto dal demone della menzogna: ovvero, deve dire sempre il contrario di ciò che pensa pena dolori e sofferenze inaudite inferte dal suo stesso demone.
Il povero bugiardo si trova così ad avere a che fare con Scarlet, guerriera posseduta dal demone degli incubi, la quale sostiene di essere stata sua moglie e di avere pure avuto Steel, un figlio mezzo demone, da lui.

Ma sarà la verità?
O  questa volta ci ha messo lo zampino Mnemosyne, la zia crudele di Scarlet, - nonchè sorella di Reha e cognata di Crono, i due dei che hanno generato la guerra tra guerrieri e cacciatori - dea della Memoria?

Sta di fatto che questa volta, mentre i due neo-piccioncini cercano di capire se si amano oppure no, altri loro compari si incamminano fino all'inferno per salvare Legione dalle grinfie di Lucifero. Peccato che uno di loro ci rimetterà quasi le penne, causando successivamente una serie di catastrofi a catena.

martedì 26 aprile 2011

Prima pagina

Ecco, lo sapevo io che la prima Chiesa della città di Torino avrebbe colto nel segno!

venerdì 22 aprile 2011

Happy easter

E anche quest'anno Pasqua è arrivata.

Vi auguro, come mio solito, di passare queste giornate destreggiandovi tra colombe zuccherine e agnellini di cioccolato, tra uova colorate e soprese inimmaginabili.

Io vedrò di rincorrere il mio coniglio pasquale e di riuscire a mangiarlo .. prima che si sciolga per il caldo!

martedì 19 aprile 2011

Tour "Torino Sotterranea"

Sabato sera, insieme al moroso, abbiamo partecipato ad un tour particolare: abbiamo visitato, in notturna, la Torino Sotterranea.

La prima tappa è stata presso il Santuario della Consolata, dove ci hanno narrato la storia della chiesa e di tutte le peripezie architettoniche che ha subito nel corso degli anni. Ne abbiamo poi visitato i sotterranei, dove sono custoditi alcuni reperti storici: vecchie lapidi, antiche decorazioni che erano presenti sui portoni di ingresso, strane decorazioni che abbellivano l'interno del santuario (tra le quali parecchi simboli massonici, giusto per sottolineare le stranezze).

A piedi abbiamo poi raggiunto la seconda tappa, ovvero il Duomo (immortalato nella foto accanto). Dopo la spiegazione della nascita del Duomo sulle fondamenta di 3 chiese abbattute proprio per fargli spazio, siamo scesi ngli scantinati tramite il Museo Diocesano: effettivamente, qua si possono ancora vedere sia le antiche mura sia alcune parti pavimentate con i mosaici originali.

Col bus invece ci hanno accompagnato all'ultima tappa, il rifugio antiaereo in piazza Risorgimento, risalente alla Seconda Guerra Mondiale: tolta l'umidità presente all'interno, e tolto il fatto che non si potesse fotografare (malgrado nessun cartello fosse esposto in giro), devo dire che stare negli stessi corridoi dove centinaia di persone si sono all'epoca ammassate per sfuggire alla guerra ha creato un certo effetto.

Ma, di tutta la serata, passerà sicuramente alla storia la presenza di alcuni ragazzi romani (turisti di passaggio in città).
Eravamo nei sotterranei della prima chiesa, e la guida stava spiegando alcune lapidi presenti, cercando di tradurre alcune scritte latine.
Guida: ... e come riportano le scritte romane presenti sulle lapidi ... bla bla bla
Ragazza, guardando fissa la lapide: Aho, ma nun sta' scritto en romano .. mica lo leggo io! Ma che sta' a dì quella? Nun vede in che lingua è scritto?

Io e il moroso ci siamo guardati: avremmo voluto sprofondare davanti a cotanta beata ignoranza.

lunedì 18 aprile 2011

Prima pagina .. bis!

Un paio di settimane fa sono stata al Torino Comics, manifestazione dedicata ai fumetti, agli anime, ai giochi di ruolo, ai cosplayers e a tutto ciò che ci ruota attorno.
E, grazie a ciò, posso vantare una nuova citazione!

sabato 16 aprile 2011

Prima pagina

Sabato mattina, insieme al moroso, sono andata in Comune a Torino a ritirare l'attestato per la donazione dell'albero che ho fatto a novembre.
E, con l'occasione, ho girovagato per le sale comunali e, ovviamente, ho fotografato l'impossibile.

E, ovviamente, sono finita in prima pagina!

venerdì 15 aprile 2011

Incubo

Stanotte ho fatto un sogno strano.

Nel sogno, mi sveglio improvvisamente dentro una stanza completamente bianca.
Sono in una casa mai vista, e mi trovo sdraiata a terra in un corridoio, vicino ad una scala che - probabilmente - conduce ad un piano superiore che però non so come sia fatto.

Nelle vicinanze c'è una specie di soggiorno, con dei corpi sdraiati per terra.
I muri sono completamente sporchi di sangue: strisciate rosse ovunque, chiazze più o meno grandi che imbrattano anche i quadri appesi, le lampade ed i divani.
Mi accorgo di averne anche io addosso, addirittura il sangue sulle mie braccia forma dei filamenti in quanto si sta ragrumando (o forse perchè contiene anche della pelle .. boh?)

Esco di corsa dalla casa, attraverso la strada, prendo le chiavi della macchina dalla tasca dei jeans e apro la portiera (premetto che la macchina non è mia, ed è di colore nero tipo sportiva, di quelle basse che ti sembra di guidare col sedere per terra).

Prendo un cellulare dentro l'auto e chiamo qualcuno.
Nel mentre mi si avvicina un ragazzo che mi dice che è già tutto risolto, che presto arriverà non so bene chi a ripulire tutto e che nessuno saprà niente.
Mi sorride e rientra nella casa.

Rientro anche io e mi accorgo, in effetti, che le persone che prima credevo morte in realtà sono tutte in piedi, e stanno per uscire dalla casa.

A questo punto mi sono svegliata.
E a questo punto mi viene da pensare:
- cosa ho mangiato di così pesante da indurmi sti' sogni?
- avrò visto troppi film horror?
- sarò in astinenza di film/libri un po' sanguigni (dato che quello che sto leggendo ora è di una noia mortale - e scusate il gioco di parole!)?
- mi devo preoccupare e dovrò farmi vedere da un bravo dottore visto che nelle mie notti sogno sangue e morti?

Ma soprattutto, mi spiegate perchè il ragazzo che mi sorride e mi tranquillizza nel sonno doveva essere proprio lui?

mercoledì 13 aprile 2011

The versatile blogger

Anche questa settimana un premio in arrivo.
Cavoli, ormai dovrò cominciare a segnarmeli in qualche modo!

Stessa solita regola: raccontare 10 cose di noi e passarlo a 10 meritevoli.

Comiciamo:

1) Ho un bernoccolo. Sulla fronte, lato destro. A seconda della luce risulta più o meno evidente. Me lo sono fatta a 5 anni, giocando con la pallina di gommapiuma nel corridoio di casa: la lanciavo contro il muro e la riprendevo. Peccato che ci sia scivolata sopra e sono volata contro il muro. E' arrivata anche la vicina a chiedere cosa fosse successo ..

2) Ho un piccolo segno sulla punta dell'orecchio sinistro. Memore che farsi tagliare i capelli da un padre inesperto non era stata una bella idea.

3) Ho una piccola gobba sul naso. Ricordo di una testata presa in prima elementare da un compagno. Non stavamo litigando però! Stavamo facendo ginnastica, e correvamo in cerchio in palestra. Lui si è fermato di colpo, ed essendo io un bel pezzo più alta - e non avendo minimamente frenato - mi sono ritrovata la sua nuca contro il mio naso.

4) Ho una piccola cicatrice sopra il labbro. Sulla destra. Da bambina sono caduta in bicicletta sulla ghiaia, e mi si è conficcato un sassolino appuntito nella pelle.

5) Ho una piccola cicatrice su un piede. Quello sinistro. Ricordo di un morso della mia cagnolona Andrea (una rottwailer che avevo una quindicina di anni fa). Stavamo giocando, ed invece che prendere la palla ha, involontariamente, preso il mio piede.

6) Ho il dito indice della mano sinistra storto. Ma storto tanto. In pratica l'ultima falange è leggermente ruotata verso il dito medio. Ricordo di quando, da bambina, mi sono chiusa la mano tra i vetri delle ante scorrevoli della finestra della sala.

7) Mi sono quasi sfracellata un ginocchio. Cadendo da una scaletta da bambina. Ovviamente sui sassi. Ovviamente con i pantaloncini corti.

8) Mi sono rotta un dente. Un premolare. Si è spaccata una punta, mangiando del pollo. Per fortuna è già stato ricostruito.

9) Ho una cicatrice sull'avambraccio destro. Da quando, una decina di anni fa, mi hanno tolto una ciste grande come una biglia.

10) Sono asmatica. In primavera, quando a tutti gli allergici gli occhi cominciano a lacrimare e gli starnuti non si contano nemmeno più, io rimango senza fiato. Nel verso senso della parola.

Ecco, non è che sono uscita da una puntata di Dottor House .. è solo che sono stata una bambina-ragazzina-adolescente un po' vivace.

Lo passo a chi vuole raccontare qualche suo squartam .. ehm, qualche suo aneddoto.
Tanto so che i meme piacciono a tutti!

lunedì 11 aprile 2011

Se il buon viaggio si vede dal mattino ..

... allora sarà un viaggio spettacolare, soprattutto pensando a cosa sono stata costretta a vedere/sentire.

Venerdì pomeriggio, salgo sul treno Bergamo-Milano. Ad un certo punto si ferma in mezzo alla campagna, in attesa di dare precedenza a qualche intercity.
Guardo fuori dal finestrino, e con la coda dell'occhio noto in mezzo ad un campo una macchina parcheggiata.
Ok, ci sarà qualcuno a caccia (la zona è quella), penso io.
Riguardo bene, e cosa vedo? Una simpatica coppietta in camporella, lui col sedere al vento e lei sdraiata in mezzo all'erba.
Ma un motel no? O per lo meno nascondetevi dietro una siepe, non vicino al cavalcavia ferroviario!

Ma non è finita qua.
Nel mentre faccio il viaggio con quattro ragazzetti delle superiori, che devono essere dei geni in geografia. Cosa è risultato ascoltando i loro discorsi?
New York è la capitale degli Stati Uniti (povera Washington).
New York è la capitale dello stato omonimo (si drizzeranno i capelli agli abitanti di Albany!)
Washington è in California (famoso l'obelisco in riva all'oceano, no?).
Gli Stati Uniti sono il primo paese al mondo per popolazione (e la Cina e l'India dove li lasciamo?)

Ma non è finita qua.
Salgo sul treno Milano-Torino e:
- il tizio davanti a me si è scaccolato per tutto il tempo, divertendosi a far palline e lanciandole sotto i suoi - spero! - piedi
- la ragazza accanto ha litigato per tutto il tempo col moroso, insultandolo manco fosse uno scaricatore di porto
- il ragazzo di fronte alla litigatrice non aveva timbrato il biglietto, ed invece che andare a cercare il controllore per farselo vidimare ha voluto scendere alla stazione successiva alla partenza .. col rischio di perderlo alla ripartenza (e ovviamente tutti i suoi bagagli li aveva lasciati in treno)

Trenitalia, viaggiare in compagnia!

venerdì 8 aprile 2011

Rima .. lavorata

Mi arriva una mail da un collega, in cui mi evidenzia il fatto che si sia impegnato a scrivere una rima:

... ti mando il progetto
del cliente in oggetto ...

La mia risposta, dopo qualche secondo, è stata:

Tra compassi e righelli
nei progetti arrovelli
a computer guardi le anteprime
ed ecco composte le tue rime

Male che vada avremo un futuro da poeti anzichè da progettisti!

mercoledì 6 aprile 2011

Ovvietà

Un collega, al telefono con un altro collega.

Beh, meglio sicuramente una bella notizia che un brutto colpo di coda sul finale.

Ma và, che scoperta!

martedì 5 aprile 2011

Prima pagina .. bis!

In questi giorni, nel post Il meglio della settimana di Minube, mi troverete nuovamente, citata quasi all'inizio pagina.


L'atmosfera fiabesca dell'isola di S. Giulio ha fatto centro!

S.O.S. Tata

Tilde, da quando riposa sul suo cuscinone posto nell'angolo buio della mia stanza - lontano da porte, spifferi, finestre, luci varie - dorme della grossa.

Ovvero russa.
Come un trombone.
E la cosa assurda è che fa dei versi strani, abbaia, mugola, ringhia, borbotta, dimena le zampe che neanche stesse correndo la mille miglia le muoverebbe così velocemente e, a volte, alza la testa con gli occhi chiusi e poi la lascia cadere a peso morto sul cuscino.

Ieri sera.
Parlavo col moroso tramite skype.
Ad un certo punto, nel silenzio della stanza, buuuu woof buuuuuu woooof woooof.
Al chè io faccio un leggero fischio, più che altro perchè - da cane intelligente qual'è - il più delle volte dopo aver fatto sti' versi osceni si ingozza deglutendo e va avanti minuti e minuti tossendo e respirando stile Darth Vadar di Star Wars.

Fiuuuuuuuuuu.
Fiuuuuuuuuuu.

Ora.
Devo ancora capire cosa si sia sentito dall'altra parte del microfono, ed in cosa sia stato trasformato il mio fischio, perchè il moroso se ne esce con un Che romantica, mi dai i bacini!

Ehm, no. Sto cercando di svegliare il cane ed era effettivamente quello che cercavo di fare.

Ah. immaginavo. Sei la solita con un tono tra il depresso e il rassegnato.

Detta così, sembro più grezza io del cane.
Sarà mica vero?

lunedì 4 aprile 2011

Numbers and research

Qusto mese, in merito alle ricerche, ce n'è davvero per tutti i gusti. Sarà l'arrivo della primavera, ma la gente direi che si è sbizzarrita parecchio.
  • Cascate del vo foto: del vo? Ovvero?
  • Lampadari strani: devi comprarne uno e vuoi un cosiglio? Io ne ho uno stile lliberty colaritissimo in camera e lo adoro!
  • Tattoo Ligabue: non so quanti ne abbia, o se li abbia .. anche perchè lui non mi piace e quindi non sono molto attenta.
  • Treno 2025: è il numero del treno interregionale da Torino A Milano delle 19.03. Ci vediamo lì?
  • Adolescenzite: ne sono affetta, ahimè. Sono sempre convinta di avere perennemente 18 anni!
  • 1996 Vasco Rossi a Montichiari: io c'ero! In terza o quarta fila, ovviamente prato, insieme ad un paio di amiche.
  • Angel fa un figlio?: ebbene sì, mi spiace darti questa notizia ma il vampiro con l'anima era diventato padre.
  • Festa della tonna: senza parole.
  • Figure dei calciatori Panini 2010-2011: da bambina ho riempito innumerevoli album di figurine, ma mai dei calciatori. L'ultimo fatto ... un paio di anni fa, quello di Vasco Rossi!
  • Dea dell'anarchia: Anya, il suo nome è Anya (viene citata in Buffy ed è una delle protagoniste di Angel, ma trovi parecchie pagine informative anche in internet)
E come al solito saluto il mio lettore boliviano e quell'unico navigatore che, putroppo per lui, utilizza ancora Windows 2000.

sabato 2 aprile 2011

Prima pagina

Domenica scorsa, in gita turistica col Fotoclub, sono andata a Orta S. Giulio: l'isola di S. Giulio, con la sua atmosfera fiabesca ma tremendamente reale, ha avuto successo!


Se volete leggere un po' la sua storia, e magari andarci in gita pure voi, qua trovate i miei pensieri.

venerdì 1 aprile 2011

Altro giro, altro regalo

O regali, dovrei dire in questo caso.
Questa volta la cara Elisa, mia neo lettrice (ammetto che anche io ora non mi perdo una puntata del suo blog), mi ha donato questi premi:


Anche questa volta, tanto per cambiare, in cambio dovrò raccontare qualcosa di mio. Mumble mumble .. mi viene difficile trovare qualcosa che ancora non sappiate. 

Facciamo così, prendo spunto proprio da quello che ha scritto Elisa:

1) Ho un rituale prima di andare a dormire. Non passa serata in cui, prima di infilarmi sotto le coperte, non faccia 4 coccole a Tilde .. ovviamente mentre se ne sta' spapparanzata sul mio letto a gambe all'aria.

2) Gli orecchini che indosso sono gli stessi da ormai quasi 20 anni. E per l'esattezza sono 3 anellini piccoli in argento a destra, 2 anellini piccoli in argento a sinistra e 1 pietrina in alto a sinistra. Se proprio devo indossare qualcos'altro - magari per qualche occasione speciale o qualche festa - indosso gli altri orecchini infilandoli nello stesso buco, senza togliere gli attuali.

3) Il mio senso dell'orientamento varia a seconda del luogo. In aperta campagna, tra campi e distese di .. nulla .. trovo la strada come se niente fosse, anche se non ci sono mai stata o anche se l'ho vista solo una volta. A Torino, dove tutte le vie sono perpendicolari tra loro, mi perdo in un quartiere.

4) Adoro guidare. E povero il mio moroso, che ogni volta che sale il suo rituale è mi allaccio la cintura - ti dico guida piano - mi attacco alla maniglia (uomo senza fiducia!)

5) Da piccola, avrò avuto circa 3/4 anni, ho aperto la porta di casa e sono uscita, da sola, col triciclo. Peccato che abitassi al secondo piano e, di conseguenza, mi sono fatta tutte le rampe saltellando sugli scalini.

6) Ho una fissa per le pozzanghere. Ho 30 anni suonati ma ancora oggi, come i bambini, ci salto dentro!

Ovviamente io non selezionerò i 5 blog a cui devo passarlo.
Sappiate solo che sono curiosa di leggere!