lunedì 31 ottobre 2011

Chi dice cosa

Dentro tutti, le uniche certezze sono i dubbi.

- J-Ax nella canzone "Dentro me"

sabato 29 ottobre 2011

Chi dice cosa

... e viviamo la vita ... credendo che sia eterna, ma non lo è.
Per chi ci crede, poi lo è ... ma intanto viviamo al meglio questa che abbiamo!

- Don Marco, durante i funerali per Marco Simoncelli

giovedì 27 ottobre 2011

E' per te

 

Come hanno scritto i tuoi amici sullo striscione ora vai, e insegna agli angeli come si impenna.

martedì 18 ottobre 2011

The wedding day

Sabato mattina, con le nuvole grigie all'orizzonte ed una brezza molto invernale e poco autunnale che ci accompagnava, siamo stati ad un matrimonio: gli sposi erano i ragazzi con cui siamo andati in Germania un paio di anni fa.

Arrivati in cima al monte in cui si ergeva la chiesetta, e dopo aver guardato l'abbigliamento degli altri invitati, ho cercato una siepe dietro la quale nascondermi:
Loro indossavano: pantaloni pesanti, vestiti di lanetta con calze di lana, collant invernali, piumino, cappotto, giacca col collo in finto-pelo, addirittura una pelliccia (spero sintetica), stivali, scarpe ultra-chiuse.
Io indossavo: abitino primaverile, leggins al polpaccio, sandali aperti, golfino di cotone lungo, poncho di lana nell'evenienza.
Fortunatamente ho vinto io: al pomeriggio il sole ha fatto capolino tra le nuvole e mentre tanti si lamentavano che comincia a fare un po' caldino io stavo benissimo!

Il ricevimento è stato ottimo: niente di pomposo, niente di troppo elegante, ma tutto semplice e gioviale. Nel giardino di casa degli sposi erano state messe le balle di fieno rettangolari, sparse ovunque e da usare come sedie, dei tavolini bassi venivano usati come appoggio al posto delle tavolate, il menù era completamente a buffet e servito su vassoi o nei bicchierini in un grande tavolo centrale, i nostri piatti erano grandi tavole di legno con anche le posate legnee e decine di candele completavano l'atmosfera.

Che pancia!
Tra gli involtini di albese con il formaggio e gli involtini di melanzana, tra il fritto misto e il tonno crudo, tra la salsiccia e il petto di pollo, tra le uova sode e il formaggio coi salumi .. erano più le volte che girovagavo attorno al tavolo che quelle in cui ero seduta!


E poi, vogliamo sottolineare la presenza di almeno 6/7 cani vaganti per il giardino? O della musica improvvisata nel finale? O delle migliaia di foto che i poveri festeggiati hanno subito all'interno del loro taxi inglese? O del tris di dolci che mi sono pappata?

martedì 11 ottobre 2011

Tradizioni

Premessa: un venerdì sera di non troppo tempo fa, ci siamo ritrovati io, il moroso e il nostro amico avvocato a guardare un film che - in teoria - doveva essere horror ma che in pratica era una cavolata micidiale.

Il film in questione era The mist, tratto da una novella (o un libro?) di Stephen King. Ora, sorvoliamo sulla trama assai improbabile e col finale decisamente sfigato, e arriviamo al nocciolo della questione: in alcune scene c'era una donna - assai pia, fedele, che pregava continuamente e completamente devota a Dio - che cercava di convincere gli altri sul fatto che tutto ciò che stava accadendo altro non era che una punizione divina. Per convincere i suoi compagni di viaggio enfatizzava ogni frase con un Sia lodato! o con un Amen!

Al che, dopo la 157^ volta che ha ripetuto questa litania, io me ne sono uscita con un ecco, ci manca solo che ora dica Kyrie eleison! Kyrie eleison! Kyrie eleison! e siamo a posto.

Non vi dico le facce stupite del moroso e dell'avvocato.
Ma lo stupore non era tanto per il fatto che io - e molti di voi sanno quanto poco c'entri io con il mondo eccelsiastico - avessi pronunciato tali parole, ma per il fatto che loro il Kyrie eleison! non l'avevano mai sentito.

Al momento pensavo mi stessero prendendo per i fondelli.
Ed invece, indagando maggiormente, ho scoperto che la triplice invocazione che ho citato, e che io ho sempre sentito dire all'inizio e alla fine della messa (per quel che ricordo), è in realtà un'usanza - una tradizione - del rito ambrosiano della Messa. Che, ovviamente, i torinesi non conoscono.

Voi la conoscete?
Anche da voi ci sono tradizioni che davate per scontato che fossero ovunque e che invece sono solo vostre?

sabato 8 ottobre 2011

La spada della verita' - vol. 1

Faccio una premessa: saranno anni che il mio moroso mi propone di leggere questa saga (lui ha già letto tutti i 13 volumi), ma ho sempre declinato l'invito spaventata dalla mole dei libri. Le quasi 800 pagine che compongono ogni capitolo mi lasciavano un po' interdetta.

Detto questo, c'è da dire che in questo periodo stiamo guardando la serie televisiva tratta dal primo libro. Ecco, diciamo che non è proprio esaltante guardare gli episodi con uno seduto di fianco che passa tutto il tempo a dire eh ma questo è diverso, eh ma questo non funziona così, eh ma lui non era lì, e ma lei non dice così, ma questo non c'era, ma quello perchè. Così mi sono sentita in dovere di leggere almeno il primo della saga, giusto per capire perchè il moroso fosse così sconvolto dalla visione - secondo lui completamente errata - del telefilm.

Lo avessi mai fatto!
Ora sono in furia berserk e necessito assolutamente di leggere il secondo!

La storia è molto semplice e alquanto complessa al tempo stesso.
Un mondo è stato, negli anni, diviso in tre grandi regioni, ognuna separata da quella vicino tramite dei confini magici, dei veri e propri muri che non permettono - in teoria - alle persone di spostarsi da un luogo all'altro.
Il cattivo (ma fino a che punto uno è veramente cattivo?) Darken Rahl, grande mago guerriero, vuole impadronirsi del mondo e governarlo secondo i suoi principi: morte, distruzione, sottomissione, paura.
Un trio, formato da Zedd (un mago del Primo Ordine), Kahlan (una Depositaria) e Richard (una guida dei boschi) dovranno combattere per salvare il mondo. Perchè Richard in realtà è il Cercatore, ovvero colui che, grazie all'uso della Spada della Verità, potrà sconfiggere Darken Rahl.
Ma non tutto è quello che sembra, non tutti sono quello che vogliono sembrare e non tutte le decisioni sono sempre prese nel modo corretto. Alla fine il bene vincerà sul male, ma non è detto che il bene sia veramente bene e non è detto che il male sia veramente tale.

Non posso essere più di quello che sono e tu, compagno mio, non puoi essere meno di quello che sei.
- Denna (la Mord Sith che addestrer' Richard)

Prima Regola del Mago: la gente è stupida.
La gente è stupida: fornite una motivazione appropriata e quasi tutti crederanno a quasi tutto ciò che voi direte. Proprio perchè la gente è stupida, loro crederanno ad una menzogna perchè vogliono che sia la verità, o perchè hanno paura che lo possa essere. La testa della gente è piena di fatti, notizie, credenze che nella maggior parte dei casi sono false, tuttavia continuano a crederci. La gente è stupida: raramente riesce a distinguere tra il vero e il falso, tuttavia molti hanno tanta fiducia in sè stessi che credono di esserne capaci, ecco perchè è facile ingannarli.
- Zedd

venerdì 7 ottobre 2011

Ah, la crisi!

Quando: lo scorso weekend.
Dove: sul treno Milano-Torino.
Chi: due manager, un uomo sulla quarantina in giacca e caravatta tutto pomposo e una donna sulla cinquantina, in tailleur scuro e trucco da ventenne.
Cosa: scambio di opininoni sulla crisi che attanaglia la nostra nazione.

Lui: ... e sono preoccupato, davvero!
Lei: Ma cosa è successo?
Lui: Guarda, un casino. La crisi è arrivata anche da noi, ora.
Lei: Davvero? E da cosa te ne sei accorto?
Lui: Va male, va tutto male questo mese.
Lei: Ma hai dei problemi seri?
Lui: E sì, sono un po' preoccupato.
Lei: mmm
Lui: .. sono preoccupato, perchè questo mese mi sa che non riuscirò a fatturare i miei soliti 20.000€ come nei mesi passati.
Lei: No??? Oddio, e ora come farai?

Non vi sto' a descrivere le facce allibite dei viaggiatori seduti accanto, vero?

mercoledì 5 ottobre 2011

Meme modaiolo

Era un po' in effetti che non facevo un meme, e potevo esimermi io dal non copiare quello trovato da Federica? Certo che no!

E' un meme un po' modaiolo, giusto per farvi capire quanto non me ne intenda io di moda e di abiti e di quanto mi senta a volte spaesata in negozio di vestiti .. e giusto per farvi capire di quanto invece potrei avere bisogno di un giro con Enzo e Carla.

In pratica, cosa c'è nel mio armadio tra gli oggetti elencati?
  1. Ballerine --> ne ho 2 paia: grigie con un fiore azzurro e nere con un profilo viola e fucsia, giusto per passare inosservata.
  2. Snackers --> scarpe da ginnastica? Porto praticamente solo quelle in inverno!
  3. Sandali --> infradito, da camminata, coi fiori, coi lacci, neri, bianchi, beige ..
  4. Stivali --> un paio nero, che metto in inverno e solo quando metto la gonna: ovvero sono anni che sono nel cassettone sotto al letto
  5. Scarpe basse eleganti --> escludendo le ballerine del punto 1, non ne ho. Niente brillantini, niente fiocchetti, niente di niente.
  6. Scarpe alte --> men che meno! Mai messo i tacchi in vita mia!
  7. Sciarpa di seta --> ho un foulard bianco un po' gitano che mi ha regalato la mamma del moroso anni fa, ed è l'unico in vita mia che abbia mai messo
  8. Stola estiva --> e a cosa serve?
  9. Stola invernale --> e a cosa serve?
  10. Cappello morbido --> non porto i cappelli, anche se ques'estate ero tentata di comprarne uno in paglia .. ma mi sentivo troppo contadinella .. 
  11. Bauletto di pelle --> non amo le borse che devo poi tenere in mano, mi sembrano solo ingombranti ed inutili
  12. Borsetta da sera --> io uso le stesse che uso durante il giorno, faccio male?
  13. Tote bag --> praticamente le mie! Onnipresenti, sia che debba andare al lavoro sia che debba andare ad un matrimonio, in treno come in auto, in gita come ad un festa
  14. Occhiali da sole --> dovendo portare gli occhiali, li ho presi già con le lenti fotocromatiche, quindi altri non me ne servono
  15. Ombrello --> durante la settimana stà nella tasca della portiere dell'auto, altrimenti in borsa
  16. Cintura sottile --> non porto cinture, nè coi i pantaloni nè con le gonne o gli abiti
  17. Cintura di pelle --> idem come sopra
  18. Fascia per capelli --> e coi capelli lunghi 2 cm a cosa servirebbe? E comunque non le mettevo nemmeno quando avevo i capelli lunghi
  19. Bikini nero --> rosa, azzurro, fucsia con i fiori bianchi .. ma nero mi manca
  20. Orologio --> una volta era la prima cosa che mettevo quando mi svegliavo. Ora è quasi un anno che lo tengo in borsa ma non lo indosso (o in ufficio lo metto sulla scrivania)
  21. Collana di perle --> pietre viola, specchietti verdi, ciondoli rossi, legnetti azzurri ma niente pietre .. troppo seria, non credete?
  22. Orecchini di perle --> indosso sempre 5 orecchini ad anellino d'argento, e non li cambio con nessun altro tipo (al massimo infilo dei pendenti in un buco già occupato .. )
  23. Bracciale di brillanti --> ma stiamo scherzando vero? Io al massimo metto quello di plastica bianco regalatomi dal volontario del 118!
  24. Anello liscio o fedina --> ne ho 2, entrambe indossate sul pollice della mano sinistra
  25. Maglioncino di lana --> di tutti i colori e di tutte le forme, ne ho un cassetto pieno!
  26. T-shirt --> rosse, verdi, bianche, gialle, grigie, azzurre, coi fiori, con i disegni animati, con gli animali .. vado avanti?
  27. Kaftano --> ho avuto un dubbio su cosa sia, poi ho capito: quello originale non ce l'ho, ma ho un paio di maglie leggere che ci possono assomigliare
  28. Giacca di seta --> ne ho ua di lino che giace da 10 anni immobile .. sarà anche ora che la butti!
  29. Camicetta di seta --> non porto le camicie
  30. Polo --> non mi piacciono le magliette col colletto
  31. Maglioncino lungo (oltre la vita) --> ne ho uno grigio, messo 3 volte in croce perchè sebbene l'abbia pagato un occhio della testa lascia tutti i pelucchi di lana in giro
  32. Maglia con manica 3/4 --> un must per le mezze stagioni, anche queste di ogni colore possibile!
  33. T-shirt alla marinaretta --> ma mi vedreste con una maglia a righe? Sia mai!
  34. Felpa sportiva --> una rosa antico con dei cavalli ricamati e una verde fosforescente con la scritta Torino davanti
  35. Maglia collo alto --> grigie e nere, un paio per colore: d'inverno sono comode sotto i maglioncini di lana
  36. Pigiama a righe --> ne ho appena comprato uno della Pantera Rosa, ne ho uno grigio dell'Ikea .. ma le righe mi mancano
  37. Bermuda color caki --> un paio corto ed un paio alle ginocchia
  38. Pantaloni di tweed --> ussignur .. vada retro Satana!
  39. Pantaloni neri --> un paio, comprato per andare ad un matrimonio e mai messi (non perchè non si siano sposati nè! Ma perchè ho cambiato idea all'ultimo sulla mia mise)
  40. Jeans --> chiari, scuri, neri, grigi, con le tasche sulle gambe, da meccanico, slavati, coi brillantini, coi fiori, a zampa di elefante, stretti, larghi .. vado avanti?
  41. Abito estivo lungo --> ne avevo un paio una volta, ma mi sa che sono finiti in fretta nel bidone della raccolta abiti usati
  42. Abito nero a gonna larga --> l'unico abito che mi è rimasto è viola coi disegni geometrici colorati stile anni '70, ed è tutto detto!
  43. Tubino nero --> me ce ne vorrebbero 3 di tubini per coprirmi tutta!
  44. Gonna a tubino di lana --> ho una gonna nera larga di cotone pesante, che metto in inverno 1 volta all'anno .. quando mi ricordo.
  45. Longuette nera --> sorella minore del tubino, anche qua non ne basterebbe una ..
  46. Gonna di cotone --> bianca, svolazzante, estiva .. messa 3 volte in croce
  47. Giacca di pelle --> ne avevo vintage una che usavo spessissimo fino ai 20 anni, poi l'ho gettata perchè si era rovinata tutta. D'altrone, la metteva mio papà negli anni 60 ....
  48. Trench --> naaaaa non sono così alla moda
  49. Giacca di jeans --> è lo stesso giubbino che mi segue ormai da 15 anni: scuola prima e treno ora, eterno!
  50. Cappottino di lana --> l'ho comprato l'anno scorso per la prima volta e devo dire che l'ho usato spesso
E voi, cosa avete nel vostro armadio?

lunedì 3 ottobre 2011

E son 34!

A te, che hai passato ore al telefono con una sconosciuta, raccontandole nei minimi dettagli come si cambia un hard-disk o come si installa un antivirus.
A te, che ti sei fatto 200km per una pizza ed un giro in Città Alta, non sapendo che saresti sceso da una via pedonale - ovviamente in macchina.
A te, che mi hai insegnato ad apprezzare il cibo cinese e quello giapponese, ma non riesci ancora a farmi mangiare con gusto i fagioli.
A te, che mi fai ridere di gusto con le tue battute sceme, ma che ti prenderei volentieri a cazzotti quando vuoi impormi cosa devo fare.
A te, che cerchi di farmi leggere i tuoi mattoni fantasy sapendo benissimo che se non sono intrisi di sangue non mi piacciono.
A te, che mi lasci guardare da sola i film horror perchè tu hai paura e ti verrebbero gli incubi per notti intere.
A te, che una volta mi hai svegliato nel cuore della notte perchè c'era un ragno microscopico appeso al soffitto.
A te, che ti sdrai per terra per essere allo stesso livello di Tilde, e ti lasci riempire di pelo fin dentro le orecchie.
A te, che mi racconti dei tuoi gildani del videogames manco fossero vecchi compagni di banco.
A te, che ascolti le mie mattane e poi, sorridendomi, ti limiti a darmi della anormale (ma chissà cosa pensi in realtà!).
A te, che quando cucini utilizzi 57 pentole - 12 piatti - 45 posate e che inzozzi il tavolo, il piano della cucina, le sedie e il pavimento e mi lasci tutto da pulire, sapendo che per un tuo tiramisù passerei anche la cera in bagno se fosse necessario.
A te, che mi hai stressato talmente tanto per poter installare un ventilatore a soffitto in camera mia e ora mi tocca dormire col plaid anche ad agosto.
A te, che ascolti musica tamarra e musica celtica e ti stupisci di come io invece possa ascoltare musica metal.
A te, che non mi chiedi nè di convivere nè tantomeno di sposarti, perchè sai benissimo che ti piglierei a calci nel sedere!
A te, che sei entrato nella mia vita in punta di piedi ed ora ti appropri di ogni angolo della mia scrivania e del mio letto.

A te, che fai tutto questo e molto di più, auguro di cuore un buon compleanno!

sabato 1 ottobre 2011

Numbers and research

Oh mamma, in questo mese vi siete sbizzarriti eh?
  • Foto vittime 11 settembre: non basta il ricordo di ciò che hai visto allora?
  • True Bloof Eric: scommetto che è Chiara che ti ha spinto a cercarlo vero?
  • Donne incatenate: ti piacciono i giochi sadomaso?
  • Fast o furios 1: eh mio caro, così mica lo troverai il nostro caro Vin. Lui è una certezza (Fast and furios) non un dubbio!
  • Game over matrimonio: lo dico sempre anche io .. e mi sa che tra qualche giorno lo dirò anche ai prossimi sposi che vedrò.
  • Fantasma: ne ho uno in camera da letto, che viene a trovarmi solo nel mese di luglio, e tu?
  • Mantova di sera: è buia, ma con i lampioni accesi puoi passeggiare tranquillamente!
  • Skipper: da bere o quello che guida?
  • Uomini bassotti: una nuova razza?
  • Guerriero celtico: ah come mi piacerebbe incontrarne uno ...
  • Dirty Dancing bianco e nero: va bene che è un film di più di 20 anni fa, ma il tecnicolor era già arrivato!
  • O: p q r s t ...
  • Facce con cappelli: non ne porto, anche se ero tentata di comprarne uno di paglia quest'estate.
E ora mi chiedo, come al solito, cosa capiscano i libanesi, i russi, i messicani, i norvegesi, gli statunitensi, gli albanesi e gli australiani che passano da queste parti. Saranno mica quelli che, per sbaglio, guardano il mio blog dalla playstation?