giovedì 31 gennaio 2013

Scelti dalle tenebre

Ce l'ho fatta.
Mamma mia che fatica che ho fatto a finire questo libro. Sarà che Lestat a me proprio non piace, sarà che sapere vita-morte-miracoli proprio della sua vita non era la mia massima priorità, ma ho veramente impiegato un sacco di tempo per arrivare a leggere la parola fine.

Che poi Lestat non mi piace ma solo perchè mi ricorda un po' alcuni personaggi che vediamo oggi in giro - televisione, radio o vie cittadine che siano - ovvero sbruffoni, che si credono capaci solo loro di fare le cose, che credono tutto gli sia dovuto e via dicendo. E quindi leggere che Lestat appena diventato vampiro si consideri già a pari livello di Marius o di Armand proprio no, non ci sta. Sarà anche più figo e affascinante di un Marius rugoso e di un Armand diciassettenne, ma perdonami .. la cafonaggine non attira certo il cuore delle donzelle!

Che poi, a pensarci bene a posteriori, Lestat è pure un po' sfigato: ancora umano scappa con Nicolas, di cui è follemente innamorato, ma quando diventa vampiro lo deve abbandonare struggendosi nel dolore; si innamora platonicamente in maniera spropositata di Marius, il suo mentore, e questo lo allontana in malomodo; passa il tempo e si crea il compagno Louis, del quale ovviamente in 65 anni di convivenza si invaghirà perdutamente, ma sappiamo bene che Lestat ha addirittura tentato alla sua vita prima di scapparsene dall'altra parte del mondo proprio con Armand.

E cosa conviene fare al povero Lestat, sedotto e abbandonato da tutti i suoi amanti?
Si riscopre cantante rock, crea una band di successo, scrive un libro in risposta all'Intervista col vampiro di Louis e mette in pericolo tutta la sua specie risvegliando niente di meno che Akasha, la Regina in persona.

Ma io dico, stare tranquillo a dormire dentro la sua bara no?

Non v'è stanza da letto o sala da ballo dove io non possa entrare.
La morte nella luce del focolare, la morte in punta di piedi nel corridoio: ecco ciò che sono.
- Lestat

martedì 29 gennaio 2013

Pirobazia

La pirobazia è, in poche e semplici parole, la capacità di camminare scalzi su carboni ardenti e braci senza però ustionarsi le piante dei piedi.
Che, detto così, sembra una cosa da fantascienza.
Ed in effetti, se uno ci pensa così senza soffermarsi troppo sui come e sui perchè, può apparire davvero come una magia. Sta di fatto che ogni volta che si vede una dimostrazione di ciò alla televisione - che sia in qualche programma psudo-scientifico o in qualche programma-buffonata - le persone sanno solamente ribattere con un ohhh di stupore.

Ma saranno mica tutti maghi potteriani quelli che ci riescono no?
Avranno mica tutti dei piedi d'amianto al fondo, vero?
Ebbene, nessuno ha piedi alla x-men e men che meno poteri strani.
Chiunque ci riuscirebbe.
Non ci credete?


Sabato scorso, al pomeriggio, ennesima conferenza del Cicap in provincia di Torino.
Questa volta si parlava infatti di camminata sui carboni ardenti, ed il fisico Stefano Bagnasco ha splendidamente illustrato come tutti, me compresa, possano uscire indenni da tale pratica: basta semplicemente abbassare la temperatura dei piedi e camminare senza soffermarsi troppo sopra le braci.

Anzi, alla fine della passeggiata avevo ancora i piedi congelati da prima!

lunedì 28 gennaio 2013

Pillole di fans

Venerdì sera, viaggio in treno Milano-Torino.
Accanto a me siedono 3 ragazzine 17enni ed una signora sui 50 o poco più. Io accendo il mio googlettino pronta per la lettura, infilo le cuffie per dare il via alla colonna sonora e sono pronta ad immergermi nella lettura.
In teoria.
In pratica, le 4 donzelle cominciano a chiacchierare tra loro.

Eh ma hai visto come era vestito bene oggi Marco?
E che bel sorriso che aveva!
E come era simpatico, davvero!
E hai visto come mi sorrideva?
Che sguardo dolce .. 
Che figo!

Ok, quindi mentre io origlio clamorosamente - facendo finta di leggere e facendo finta di ascoltare la musica - cerco di capire chi diamine è sto' Marco.

E poi hai visto, si è ricordato del mio regalo di compleanno.
Si che dolce che è stato, tra tutti si è ricordato anche del mio.
E hai visto che faccia ha fatto per la torta?
Pensa che mia mamma mi ha chiesto se non ero matta a venire fino a Milano per Marco!
Eh, anche mio marito non era d'accordo che venissi, ma per Marco ..
Sai, io me lo sono tatuata Marco sul braccio.
Davvero? Hai Marco sempre vicino allora!
Si, ho tatuato MC, guarda - oh che bello, come sei fortunata ora ad averlo sempre con te .. 

Mmmm.
Marco .. MC .. ma .. ma .. non sarà mica .. non sarà .. ma no .. ma sì ..
Tutto sto' casino per Marco Carta, ospite ad una trasmissione alla radio con Francesco Facchinetti.
Capisco le 3 ragazzine che partano in quarta per andarlo a vedere, ma la signora??

Ho alzato il volume e sono tornata dal mio Lestat, che in quelle pagine aveva anche particolarmente fame e si stava sfamando con Gabrielle.
Ed era decisamente meglio!

venerdì 25 gennaio 2013

Chi dice cosa

E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.

- Albert Einstein

mercoledì 23 gennaio 2013

Vampiri & Cinema

Sabato sera diverso dal solito.
Io, il moroso e dei nostri amici abbiamo partecipato alla conferenza "Vampiri e cinema" (chissà come mai?!?) organizzata dal Cicap Piemonte.

Per quasi 2 ore alcuni relatori - un antropologo forense ed un esperto cinematografico - hanno smontato scientificamente ogni leggenda sui vampiri. Dall'ultimo respiro esalato prima di essere impalettato al colore rosato del cadavere, dal sangue che si trova nelle tombe all'addome gonfio di cibo, dalla falsa crescita delle unghie ai denti pronunciati fino alla masticazione del sudario, ogni minima superstizione è stata messa sotto esame e razionalmente spiegata.
E poi i film con i loro protagonisti, dal primissimo film muto dedicato proprio al vampiro a quelli interpretati da Bela Lugosi, da quelli puramente horror alla stupida saga di Twilight.

Alla fine della conferenza è stato anche trasmesso il film svedese Lasciami entrare: la maggior parte dei presenti non l'aveva mai visto, e anche il moroso ha ammesso che non era niente male.

Uno scorcio della serata immortalato dal Cicap

Prima delle festività avevamo partecipato anche ad una conferenza sulla fotografia paranormale - quelli che si vantano di aver immortalato extraterrestri o di aver visto luci pulsanti nel cielo - al Circolo della Magia, mentre sabato prossimo ci sarà un'altra conferenza dedicata alla pirobazia: che mi tocchi camminare sui carboni ardenti per dimostrare il mio eterno scetticismo?

domenica 20 gennaio 2013

Ormoni impazziti di gennaio

Da quest'anno ogni 20 del mese pubblicherò una nuova rubrica.
Che poi non è tanto nuova, visto che ho preso spudoratamente spunto (scusate il gioco di parole) da Moma, ma tant'è. In pratica, lei ha fatto la rubrica Il figone del mese, ma visto che i miei ed i suoi gusti poco ci azzeccano, ho deciso di pubblicare i miei.

Il titolo del post me l'ha suggerito il moroso: alla fine è quello che mi dice lui ogni volta che mi vede sbavare davanti a qualche film .. ti si sono impazziti gli ormoni?
Ah, ovviamente la pubblicazione sarà fortemente influenzata da qualcosa che sto guardando in quel determinato periodo, o qualcosa che ho letto-visto-sentito.

E cominciamo con un gennaio di questo tipo:


Alex O'Loughlin, il poliziotto ex-marine di Hawaii Five-0 o il vampiro investigatore privato in Moonlight.
Che ne dite?

giovedì 17 gennaio 2013

Meme telefilmoso 2012

Potevo esimermi io, dopo aver letto domande-risposte da Fede e Strawberry, dal compilare anche questeo meme? Sia mai, se mai accadesse è perchè non sto bene!

1) Quanti telefilm hai visto nel 2012?
Allora, ho guardato completamente Battlestar Galactica, Il trono di spade e Tru calling.
Poi ho portato a termine One tree hill, Stargate atlantis e La spada della verità.
Ed inoltre ho continuato il solito tran-tran con CSI New York, The vampire diaries, The big bang theory e Supernatural.
Senza contare quelli che guardo spot in televisione (Grey's anatomy, Saving hope, Being ErikaUna mamma per amica).
2) Quanti di questi telefilm hai visto doppiati?
Praticamente tutti. La terza stagione di The vampire diaries l'ho vista in parte sottotitolata, ma poi ho riguardato gli ultimi episodi in italiano. Non mi piace guardare i telefilm in lingua originale: primo perchè non ci capirei un tubo (io e l'inglese andiamo d'accordo se è scritto, ma sul parlato ..), secondo coi sottotitoli è troppo uno sbattimento (o leggo o guardo, sono monotasking io!).
3) Quanti di questi abbandonerai?
Nessuno: io un telefilm lo guardo perchè so già che la trama mi piacerà, o almeno rientrerà nei miei gusti. E visto che non li seguo direttamente in televisione ma li guardo tutti in differita, posso guardarmeli con tutta la calma di questo mondo.
4) Quanti di questi hai rivisto?
Nessuno, sono tutti per me prime visioni. Ne ho talmente tanti da guardare di nuovi che al momento non ci penso nemmeno lontanamente di riguardare qualcosa di già conosciuto.
5) E quali vorresti rivedere?
Vale la risposta di prima: volete vedere quanti ne ho ancora da guardare?
6) Quante serie erano italiane?
Nessuna. Di italiano ho guardato per anni Distretto di polizia e Ris, ma quando se ne sono andati gli attori e i personaggi che piacevano a me ho lasciato perdere.
7) Quante non erano americane o inglesi?
Nessuna, sono tutte di bandiera a stelle e strisce.
8) I telefilm li hai guardati perchè non c'era altro in tv?
Io la televisione la guardo poco, giusto prima di addormentarmi, ed ora mi limito a canali come Real Time, Dmax o Focus. I telefilm li guardo perchè li voglio guardare, punto.
9) Un telefilm con un bel titolo?
The big bang theory, perchè alla fine tutti proveniamo da lì .. o almeno così si crede.
10) E quello col titolo peggiore?
Tru calling: che diamine di nome è Tru?
11) Il telefilm più vecchio che hai visto?
One tree hill e Tru calling, entrambe nate nel 2003.
12) E il più recente?
Il trono di spade direi, visto che è solo del 2011.
13) Qual'è il telefilm che ti ha fatto sognare?
Se per sognare intendiamo dire che aveva delle storie mozzafiato, direi Il trono di spade.
Se per sognare intendiamo che aveva un protagonista assai degno di nota e che qualche notte ho fatto strani sogni con lui .. beh, allora direi Stargate atlantis.
14) Il telefilm che ti ha lasciato senza parole?
La spada della verità, perchè ho letto parte dei libri da cui è tratta la storia e devo dire che una trasposizione così pessima non l'avevo ancora mai vista.
15) Il telefilm con i migliori temi impegnati?
Oddio .. in One tree hill si parla di rapporti genitori-figli e di amicizia, in Battlestar Galactica si parla di salvezza dell'umanità .. è una bella lotta!
16) Il telefilm con l'evoluzione migliore?
Decisamente Il trono di spade!
17) E con l'evoluzione peggiore?
One tree hill: se tanto mi era piaciuto nelle prime stagioni, la 7^ e l'8^ mi sanno tanto di tempo sprecato.
18) Il telefilm di cui attendi con più impazienza il prossimo episodio?
Tutti quelli che sto guardando, altrimenti alla sera cosa mi rimane da fare?
19) Dei telefilm visti quali consiglieresti?
Bah, forse l'unico che sconsiglierei a priori è La spada della verità, gli altri - anche i peggiori - sono tutti sopportabili.
20) Ma qual'è il tuo preferito?
CSI New York, e non ho nemmeno dovuto pensare troppo alla risposta.
21) E il peggiore?
La spada della verità (cavoli, ormai sono stanca di dare questa risposta!).
22) Quale telefilm ti ha sorpreso di più?
Tru calling, perchè anche se è stato interrotto a metà della seconda stagione, tutto sommato era accettabile. Forse è uscito un po' precocemente per i temi trattati (all'epoca si guardava giusto Buffy) ma a me piaceva.
23) E il telefilm su cui hai dovuto ricrederti?
Senza ombra di dubbio Battlestar galactica: avevo iniziato a guardarlo col moroso, ma dormivo dopo appena 5 minuti di inizio puntata, al chè lui se l'è guardato da solo. Poi quando ho cambiato casa, visto che era senza internet, lui me l'ha prestato per passare il tempo: ne sono stata praticamente divorata!
24) Il telefilm che ti ha commosso di più?
Nessuno: raramente piango per un film, figurarsi per un telefilm.
25) In quale telefilm vorresti cambiare qualcosa in modo che sia perfetto?
Nessuno, grazie al cielo non faccio la sceneggiatrice: oguno, nel bene o nel male, andava bene così.
26) Il pilot migliore?
Il trono di spade. E guai a chi dice il contrario.
27) E il peggiore?
Non saprei, forse - tanto per cambiare - La spada della verità.
28) OMG WTF?
Battlestar galactica, e non vi dico perchè!
29) Qual'è il telefilm col cast migliore?
Stargate atlantis se la gioca con CSI New York.
30) E quello col cast peggiore?
Sempre lui, La spada della verità.
31) Quale personaggio ti mancherà di più?
Al momento direi Don Flack, di CSI.
32) Qual'è stato il tuo personaggio preferito?
Ronon Dex, di Stargate atlantis: maschio in tutti i sensi!
33) E quello che non vorresti più rivedere?
Kahlan Amnell, la depositaria de La spada della verità: mi irritava solo guardarla.
34) Il personaggio che tutti amano e tu invece disprezzi?
Non sono aggiornata su chi piaccia alla massa del pubblico, però potrei dire, forse, Stefan di The vampire diaries: tanto fumo e niente arrosto.
35) Il personaggio che tutti disprezzano e tu invece ami?
Gaius Baltar di Battlestar galactica: complesso abbastanza da farmi scervellare per capirne le decisioni prese.
36) Qual'è l'attore che hai rivisto più spesso?
Oh, alla fine io sono una di quelle che passa tutto il tempo di una puntata a dire quello ha fatto quello, quella si è vista anche là, quell'altro era anche lì .. perchè alla fine gli attori sono sempre gli stessi.
37) L'amicizia migliore?
Quella tra Don Flack e Mac Taylor di CSI: diretta e senza troppi giri di parole - soprattutto senza parole inutili.
38) La peggiore?
Nella maggior parte dei telefilm le amicizie nascono per interesse .. quindi sono tutte pessime.
39) La relazione meglio riuscita?
Quella tra Danny e Lindsay in CSI: sono proprio fatti l'uno per l'altra.
40) E quella più scontata?
Quella tra Penny e Leonard in The big bang theory: la bellona che non per non essere sempre considerata solo bella va con il secchione ormai è storia trita e ritrita.
41) Un telefilm che avresti voluto guardare ma non ne avevi il tempo?
Il tempo lo si trova, lo si mette in coda e poi con calma lo si guarda.
42) Cosa ti aspetta nel 2013?
Devo andare avanti con Dexter, True blood, ho iniziato Hawaii Five-O, col moroso sto guardando Supernatural .. ne ho di cose da guardare!
43) Fai una citazione a caso per salutare:
Ah ah ah .. bazinga!

martedì 15 gennaio 2013

Incubi notturni

Questa notte.

Entro in un capannone, è attrezzato come un meccanico ma in realtà non l'ho mai visto. Arriva il ragazzo con la tuta, è il mio meccanico nuovo - ma in realtà non lo è visto che ci presentiamo.
Sono lì con un altro uomo, dobbiamo far sistemare la macchina.
Il meccanico e l'uomo si allontanano un po', li separa da me un enorme pilastro e così non vedo cosa stanno facendo.
Ad un certo punto, scorgo per terra una chiazza di sangue.

Scappo via, esco di corsa dal capannone e mi ritrovo automaticamente dentro una casa, che in realtà non è una casa ma è una stazione di polizia - anche se ci sono i divani, i quadri, il caminetto e persino la cucina dove una donna sta facendo il caffè.
Racconto al poliziotto occhialuto quello che ho visto, ovvero che l'uomo insieme a me è stato ucciso, ma non so da chi. So solo che il morto era l'uomo in mia compagnia perchè ricordo di aver intravisto le sue scarpe nella chiazza di sangue che si allargava sul pavimento.
Mi risponde che se non so chi è l'assassino lui non ci può fare niente, e se ne va.

Penso e ripenso, e mi ricordo che in realtà so chi è l'assassino: è il meccanico, perchè ho visto la sua ombra dietro il pilastro che si muoveva forsennatamente come se stringesse e allargasse qualcosa.
Allora torno di corsa al capannone, il meccanico è ancora lì e mi fissa: lui sa che io so.
I suoi occhi cambiano, diventano completamente neri e poi tornano come prima.
Fissandomi mi dice che ora è il mio turno di morire.

Mi sono svegliata, Tilde ha abbaiato nel sonno.
Nella stessa notte mi sono svegliata di soprassalto almeno altre 2 volte, ma purtroppo non ricordo il sogno.

Ok, ho capito: guardare troppi episodi di Supernatural mi fa uno strano effetto.

lunedì 14 gennaio 2013

Numbers and research

Visto che il mese scorso era impregnato di bollicine e di mega cenoni o pranzi, non critico le ricerche. Anche perchè o i lettori erano veramente ubriachi o c'è veramente da preoccuparsi.

  • Capelli corti strani: effettivamente mi fai ricordare che dovrei tornare dal parrucchiere, ormai i miei hanno superato i 3 cm di lunghezza e vanno decisamente accorciati.
  • Lesbo capelli corti: perchè, chi non è lesbo non può averli corti? Ma che ragionamento è?!?
  • Maledizioni: sono quelle che tiro io tutte le volte che Tilde salta sul letto .. e non si ricorda che sotto le coperte ci sono io.
  • Libri aperti disegnati: mentre se sono chiusi i disegni scompaiono. Effetto magico?
  • Gatti assatanati: o poveretti! Ma assatanati di qualcosa - cibo? sesso? - o assatanati nel senso di posseduti da qualche demone strano?
  • Fasci luminosi: non ti preoccupare, non hai immortalato nessun tipo di extraterrestre. Solo impara a stare fermo quando fotografi al buio .. 
  • Uomo nero: hai paura eh? Io nel caso fortuito proverei a chiamare Dean e Sam, magari loro sanno darti una mano a stanarlo.
  • Spalatore neve strani: strani nel senso che è un lavoro insolito o strani nel senso che hai visto qualche gatto delle nevi impazzito?
  • Auguri alla figlia: auguri! Ma figlia di chi?
  • Ricetta mortadella: vuoi farla a casa? Non fai prima ad andare dal macellaio?
  • La carta: ormai sta passando di moda .. 
E poi, saluto come al solito il lettore uruguayano che a tanto tempo da perdere sul mio blog!

mercoledì 9 gennaio 2013

Telefilmisti anonimi

Prendo spunto dalle mie compagne di merenda Chiara e Moma.

Ciao, mi chiamo Katiu.
Ciao Katiu.
Sono qui perchè sto seguendo troppe serie televisive contemporaneamente e non riesco a smettere.
Raccontaci Katiu, sfogati con noi.
Sto seguendo CSI New York, Dexter, Hawaii Five-0, Il trono di spade, Supernatural, The big bang theory, The vampire diaries, True blood.
E ogni tanto Saving hope e Grey's anatomy.
E Being Erica.

Aiutatemi.

lunedì 7 gennaio 2013

Meme libroso 2012

Anno nuovo, vecchie abitudini.
Prendendo spunto da Federica e da Strawberry, e ripercorrendo un po' quello che avevo fatto l'anno scorso, comincio l'anno rispondendo ad un po' di domande.
Ovviamente, l'argomento riguarda i libri letti nel 2012.

Quanti libri hai letto nel 2012?
In totale 26. Anobii ne calcola invece 23, ma solo perchè 3 erano libri autoprodotti dallo stesso autore.

Quanti erano fiction e quanti no?
Questa volta sono andata a guardare cosa intendono veramente per libri fiction, ovvero quei libri che sono al 100% inventati e non tratti da qualche fatto reale. In pratica, solo 2 erano tratti da qualche fatto reale: Sette fiori di senape e Piemonte magico.

Quanti scrittori e quante scrittrici?
6 femminucce e 12 maschietti: nella letteratura come nella musica, prediligo le voci maschili.

Il miglior libro letto?
A pari merito direi Sette fiori di senape e La colpa, che sono decisamente agli antipodi come generi.
Se posso votare anche un secondo posto, direi che lo meriterebbe in toto la saga di Harry Potter.

E il più brutto?
I nuovi magell@ani nell'era digitale, della compianta Montalcini. Non mi è piaciuto così tanto che non ho perso nemmeno tempo a recensirlo.

Il libro più vecchio che hai letto?
Intervista col vampiro, scritto da Ann Rice e pubblicato nel 1973.

E il più recente?
La colpa, comprato 2 giorni dopo la prima pubblicazione a gennaio 2012.

Qual'è il libro dal titolo più lungo?
Bryan di Boscoquieto nella terra dei mezzidemoni. Che poi a voler guardare ci sono anche dei libri del maghetto che hanno lo stesso numero di parole, ma questo a leggerlo mi da l'impressione di essere lunghissimo (sarà che non mi era piaciuta nemmeno la storia e che ho fatto fatica a finirlo?)

E dal titolo più corto?
Parasonnia. Ha una sola parola formata da 10 lettere.

Quanti libri hai riletto?
Nessuno, non ho ancora preso l'abitudine di rileggere storie già risapute. Ammetto che a volte fatico a ricordare qualcosa se ne sto parlando con qualcuno, ma non sono così tanto smemorata da risfogliarli.

E quali vorresti rileggere?
Idem come sopra, nessuno.

I libri più letti dello stesso autore?
La saga di Harry Potter, ben 7. Ma solo perchè la saga dei vampiri della Rice l'ho cominciata dopo!

Quanti libri scritti da italiani?
Ben 11: Ghinelli, Audi e Bernacci, Eco, Ghirardi, Bassignana, Faletti, Mosca, Culicchia, Montalcini e Maiorano.

Quanti libri letti sono stati presi in biblioteca?
Nessuno, i libri li ho sempre comprati o al massimo me li ha prestati il moroso.

Dei libri letti quanti erano ebook? 
Quest'anno posso rispondere 10. E se pensate che il googlettino l'ho comprato a ottobre, direi che ne ho letti parecchi!

E a voi com'è andato l'anno letterario?

giovedì 3 gennaio 2013

Eureka seven

Anime giapponese abbastanza recente, del 2005, divorato in pochissimo tempo insieme al moroso.

La trama è un po' complicata - come d'altronde tutti gli anime - e narra le avventure di Renton, 14enne insoddisfatto che vive col nonno in un mondo che sembra la Terra ma in realtà non lo è.
Anni prima, la Terra originaria è stata abbandonata da tutti gli esseri umani in quanto questi erano entrati in guerra con i Coralians, una specie di extraterrestri incorporei che abitava le viscere del pianeta.
Ma in realtà i Coralians non volevano attacar briga, semplicemente volevano convivere con gli umani ma, non possedendo il dono della parola, non sapevano come farsi comprendere. E, cosa più importante, i Coralians per vivere dovevano assorbire la vita altrui. Piccolo problemino di fondo.
Ma in questa Terra-non-Terra, Renton conoscerà Eureka, all'apparenza una coetanea molto carina ma in realta' una Coralians in forma umana. Riuscirà la loro amicizia, ed in futuro il loro amore, a convincere umani e Coralians che la convivenza è possibile?
Per riuscire a parlare al mondo verranno aiutati dai ribelli della navicella GekkoGo e dal nonno di Renton, ed insieme dovranno affrontare l'esercito che - dalla sua - ha come arma Anemone, un'altra Coralians.

In pratica, anche se tutto si svolge in un mondo iper-futuristico con mostri, navicelle spaziali ed extraterrestri umanoidi, il succo della storia è semplice: la convivenza pacifica va sempre cercata, anche se siamo diversi e anche se, all'apparenza, siamo incompatibili. Starà poi al destino dirci se ciò funzionera'.

Non reclamare le cose: combatti ed ottienile.
- Renton

mercoledì 2 gennaio 2013

Chi dice cosa

Siamo uomini perchè osserviamo le stelle, o osserviamo le stelle perchè siamo uomini?
- Stardust